Gli sponsor calcistici più strani di sempre Gli sponsor calcistici più strani di sempre
In questi anni, in giro per il mondo, abbiamo visto un po’ di tutto, sulle maglie delle società di calcio. E non stiamo parlando... Gli sponsor calcistici più strani di sempre

In questi anni, in giro per il mondo, abbiamo visto un po’ di tutto, sulle maglie delle società di calcio.

E non stiamo parlando solamente dei colori delle divise indossate dalle squadre (queste, per esempio, sono alcune delle maglie più brutte di quest’anno) o di loghi rivisitati in maniera particolarmente brutta (dopo quello del Leeds, però, tutto diventa relativo).

A volte, la stranezza può arrivare anche dallo sponsor stampato sulla maglia, che può essere talmente particolare da far notizia.

Il sito calcistico inglese Four Four Two, a tal proposito, ha raccolto in un articolo gli sponsor più strani mai comparsi sulle maglie delle squadre di calcio: ve li riproponiamo con qualche breve spiegazione.

MOGWAI (SAINT ROCH’S PRIMARY)

Partiamo subito forte: la band scozzese dei Mogwai, recentemente è diventata sponsor della squadra della scuola elementare di Saint Roch’s, per un progetto naturalmente a scopo sociale.

Di sicuro, però, le divise indossate da questi ragazzi tra qualche anno varranno un bel po’ di soldi.

FLOWERY FIELD (WIENER VIKTORIA)

Il Wiener Viktoria ha scelto uno sponsor atipico qualche tempo fa: la squadra della quarta serie austriaca, infatti, è stata sponsorizzata da Flowery Field, un’azienda che produce piantine.

Sì, a giudicare dalle immagini, non dobbiamo spiegarvi per filo e per segno che tipo di piantine producano.

ANGRY BIRDS (EVERTON)

Da quest’anno, la Premier League ha introdotto la possibilità di inserire degli sponsor anche sulle maniche: in questo caso si sono fatti notare quelli dell’Everton, sponsorizzati da un videogioco abbastanza famoso, al quale, probabilmente, abbiamo giocato tutti almeno una volta.

Angry Birds, ovviamente.

FLAMINGO LAND (HULL CITY)

Sulle magliette dell’Hull City, squadra retrocessa lo scorso anno in Championship, è comparso lo sponsor Flamingo Land.

Di cosa si tratta? Di uno zoo, il più grande e famoso della città…

JAGERMEISTER (EINTRACHT BRAUNSCHWEIG)

Sulle maglie dei tedeschi dell’Eintracht Braunschewig, prima della Red Bull che avrebbe fatto qualche anno dopo la sua comparsa nel mondo del calcio, comparve un’altra bevanda.

Ma, come potete notare dalla maglia, non era altrettanto leggera.

TY (PORTSMOUTH)

Molto simpatico, anche dal punto di vista grafico, lo sponsor del Portsmouth qualche anno fa: Ty, catena di giocattoli per bambini.

BURGER KING (GETAFE)

Nel 2009/10 Burger King divenne sponsor del Getafe. Ma la cosa più curiosa è che all’interno ci fecero stampare un faccione allegro con il logo dello sponsor, in modo che ogni qual volta un calciatore esultasse alla Ravanelli si potesse vedere il tutto…

Un pochino inquietante.

AZERBAIJAN (ATLETICO MADRID)

L’ufficio del turismo dell’Azerbaijan, in un’operazione che immaginiamo non sia costata proprio due spiccioli, associò il suo nome alla maglia bianca e rossa dell’Atletico Madrid, per un accostamento che in ogni caso è sempre sembrato abbastanza curioso.

CHUPA CHUPS (SHEFFIELD WEDNESDAY)

A fine anni ’90, nel periodo di massima popolarità, i Chupa Chups finirono anche sulla maglia di una squadra di Premier League, lo Sheffield Wednesday.

Non male, comunque, una maglietta che oggi, al calcetto del giovedì con gli amici, farebbe comunque la sua porca figura.

SOULA (VOUKEFALAS)

Il Voukefalas è una squadra, non troppo famosa, della città greca di Larissa.

Salita agli onori delle cronache, qualche anno fa, per aver messo sulle maglie, come sponsor, un famoso bordello della città.

COLUMBIA PICTURES (ATLETICO MADRID)

Seconda presenza in questa classifica per l’Atletico Madrid, che, qualche anno fa, si fece sponsorizzare da una casa di produzione cinematografica, la Columbia Pictures, che di volta in volta sceglieva un film in uscita nelle sale da far comparire sulle divise dei Colchoneros…

DIVIETO DI FUMO (WEST BROM)

Diversi anni fa, il WBA si fece testimonial di una campagna contro il fumo: tanto da mettersi sulla maglia il cartello del divieto di fumo.

WET WET WET (CLYDEBANK)

Nel 1993, un’altra band musicale, i Wet Wet Wet, decise di sponsorizzare il suo nuovo singolo sponsorizzando le maglie della squadra della loro città, il Clydebank.

POOH JEANS (MILAN)

Finalmente una squadra italiana in classifica!

A tenere alto l’onore dell’Italia ci pensa il Milan, con questa maglia anni ’80 sponsorizzata POOH Jeans.

VIZ (BLYTH SPARTANS)

I Blyth Spartans, squadra inglese che oggi milita nelle minors del calcio della Perfida Albione, hanno avuto l’onore di farsi sponsorizzare da VIZ, una famosa rivista di fumetti dell’epoca.

HAFNIA (EVERTON)

Chiudiamo questa carrellata di sponsor bislacchi con l’Everton, che nei primi anni ’80 si fece sponsorizzare da una compagnia danese che produceva carne, Hafnia.

La particolarità? L’Everton non aveva giocatori danesi, e i prodotti di Hafnia non erano nemmeno reperibili in nessun supermercato o negozio di Inghilterra…