Gli highlights delle due partite in cui Messi ha preso 10/10 nella pagella dell’Equipe Gli highlights delle due partite in cui Messi ha preso 10/10 nella pagella dell’Equipe
Ieri vi abbiamo raccontato del fatto che Dusan Tadic sia stato solo il nono giocatore ad aver preso il massimo dei voti della pagella... Gli highlights delle due partite in cui Messi ha preso 10/10 nella pagella dell’Equipe

Ieri vi abbiamo raccontato del fatto che Dusan Tadic sia stato solo il nono giocatore ad aver preso il massimo dei voti della pagella dell’Equipe.

La sua performance al Santiago Bernabeu, condita da un gol e due assist, ha permesso all’Ajax di compiere una delle imprese più belle ed emozionanti dell’era calcistica moderna, motivo per cui lo storico quotidiano francese ha deciso di assegnargli il voto più alto possibile.

Nella lista degli altri 8 calciatori in grado di prendere un 10/10 ce n’è solo uno che compare due volte, ed è Leo Messi, non per niente considerato un extraterrestre.

Le due partite che gli sono valse il voto massimo sono Barcellona-Arsenal di Champions League nel 2010 e, sempre in Champions, Barcellona-Bayer Leverkusen, partita vinta dai blaugrana per 7-1.

In occasione della partita contro i Gunners, terminata con la vittoria del Barcellona per 4-1, Leo Messi ha realizzato tutti e quattro i gol, giocando una partita a dir poco stratosferica. Questi sono gli highlights:

Interessante anche leggere le dichiarazioni di Arsene Wenger, allora allenatore dell’Arsenal, su Leo Messi, riportate dal Guardian: “È come la Playstation, riesce a sfruttare al meglio ogni errore che gli concedi e può fare la differenza in qualsiasi momento. È ancora molto giovane (n.d.r all’epoca 22 anni) ma può arrivare a raggiungere grandissimi traguardi. Non ci sono molti giocatori in grado di segnare 4 gol come quelli che ha fatto lui questa sera“.

L’altra partita, come detto, è quella contro il Bayer Leverkusen vinta dal Barcellona per 7-1, in cui Messi ha siglato ben 5 reti.

Anche in questo caso gli highlights della partita mostrano un dominio totale, un giocatore che in campo è in grado di fare letteralmente ciò che vuole.

Guardiola, all’epoca allenatore del Barça, commentò in questo modo: “Non è semplice segnare 5 gol in una partita, io posso dirlo perché ne ho segnati 11 in tutta la mia carriera. Dategli un’altra partita e mi raggiungerà“.

Ovviamente anche il tecnico del Bayer Leverkusen, all’epoca Robin Dutt, elogiò la performance della pulce argentina, dicendo che con lui il Barcellona era semplicemente su un’altra galassia.

Due prestazioni che spiegano in maniera piuttosto convincente e chiara il perché del giudizio dato dall’Equipe, probabilmente mai così a proprio agio nell’assegnare il massimo dei voti ad un giocatore.