Gli elastici di Ronaldo e Ronaldinho che ti faranno girare la testa Gli elastici di Ronaldo e Ronaldinho che ti faranno girare la testa
La palla che si muove, sinuosa, in un istante. Come se fosse finita in un vortice ipnotico. Ora c’è, ora non c’è, ora ricompare.... Gli elastici di Ronaldo e Ronaldinho che ti faranno girare la testa

La palla che si muove, sinuosa, in un istante. Come se fosse finita in un vortice ipnotico. Ora c’è, ora non c’è, ora ricompare. Ma nel frattempo il difensore è rimasto fermo, con gli occhi impazziti, a cercare di capire cosa stesse succedendo.

Dall’interno, all’esterno, poi di nuovo all’interno, poi chissà dove. E’ l’elastico, un gioco di prestigio che alcuni hanno elevato ad arte, a pura maestria. Si dice sia stato inventato sul finire degli anni ’60, naturalmente -ma c’era bisogno di specificare?- da un brasiliano: Rivelino. Sono tanti poi i calciatori che hanno portato questo gesto tecnico nel proprio repertorio.

Fino a due campioni che, forse più di tutti, hanno saputo farlo loro, reinterpretarlo e reinventarlo. Altri due brasiliani, ovviamente. Luís Nazário de Lima e Ronaldo de Assis Moreira, più semplicemente Ronaldo e Ronaldinho. Due prestigiatori che hanno elevato l’elastico a vera e propria arte, a opera artistica di rilievo. Con buona pace di tutti i difensori caduti vittime del vortice ipnotico di Ronaldo e Ronaldinho.

Non ci credete? Guardate questa clip e provate a non farvi venire il mal di testa…

Qualche giorno fa, un altro Ronaldo, che di nome fa Cristiano, aveva regalato questa magia contro l’Espanyol: tunnel più elastico ai danni del malcapitato avversario.