Gli 11 giovani più talentuosi della Serie B 2016/17 Gli 11 giovani più talentuosi della Serie B 2016/17
La serie B, oltre ad essere uno dei nostri campionati preferiti per le tante e inspiegabili emozioni che è in grado di regalarci ogni... Gli 11 giovani più talentuosi della Serie B 2016/17

La serie B, oltre ad essere uno dei nostri campionati preferiti per le tante e inspiegabili emozioni che è in grado di regalarci ogni fine settimana, è anche un’interessantissima vetrina di giovani talenti. Sono in tanti quelli lanciati dal campionato cadetto negli ultimi anni, e anche in questa stagione non stanno mancando sorprese e rivelazioni.

Per aiutarvi a orientarvi nel magico mondo della cadetteria, e per farvi conoscere quelli che secondo noi a breve vedrete su palcoscenici più prestigiosi, oggi abbiamo raccolto per voi, in queste schede, gli 11 giovani più talentuosi della Serie B 2016/17.

L’unico criterio è stato appunto quello anagrafico: abbiamo inserito nella nostra lista gli 11 under 25 a nostro parere più meritevoli.

(A cura di Paolo Vigo – twitter: @Pagolo)

 

1. AMATO CICIRETTI

Se il Benevento, da neo promosso, si ritrova sorprendentemente secondo in classifica buona parte del merito è sicuramente da ascrivere al suo giocatore più talentuoso, il folletto romano con la 10 sulle spalle, Amato Ciciretti.

Nato il 31 dicembre 1993 , alla sua prima esperienza in B, Amato ha già messo a segno 4 gol e 6 assist per i propri compagni ma ad impressionare ancor di più è la continuità di rendimento e la personalità per un giocatore così giovane.

ciciretti

Altro fattore da non trascurare è la sua estrema duttilità: se è vero che da il meglio di sé partendo largo a destra per poi accentrarsi, e far partire il suo chirurgico sinistro a giro, può disimpegnarsi tranquillamente anche da trequartista puro così come da ala sinistra.

Nello Di Costanzo, uno dei primi ad allenarlo, lo descrive in questi termini: “ Giocatore intraprendente, imprevedibile, capace di creare superiorità numerica e dotato di un gran dribbling, oltre che di un grande sinistro”. All’epoca gli si imputava una scarsa propensione alla fase di non possesso, oggi sta migliorando anche in quel settore. Talento puro.




CONTINUA A LEGGERE

Next page