Le 10 frasi più belle di George Best Le 10 frasi più belle di George Best
George Best non è stato solo un calciatore. George Best è stato un’icona, il simbolo di un modo di vedere il calcio. In due... Le 10 frasi più belle di George Best

George Best non è stato solo un calciatore. George Best è stato un’icona, il simbolo di un modo di vedere il calcio. In due parole, George Best è stato romantico e dannato, la sintesi perfetta della teoria dei “se” applicata al gioco del calcio. Perchè se George Best avesse avuto un’altra testa, sarebbe stato uno dei più grandi di sempre. Ma se George Best avesse avuto un’altra testa, non sarebbe mai stato George Best.

E il mito del ragazzo di Belfast si è alimentato anche delle tante parole che ci ha lasciato, dei pezzi memorabili che ci fanno capire in pieno, più di mille storie, favole e racconti, cosa sia stato Best per il calcio e, soprattutto, per noi.

“Alcune cose me le sono lasciate sfuggire… Miss Canada, Miss Regno Unito, Miss Mondo…”

“Quando sei un ragazzino e usi la tua immaginazione, ti vedi fare goal a Wembley con 100.000 tifosi che urlano il tuo nome. Non pensi a tutto ciò che ti toccherà prima di quel momento, tipo startene in un campo d’allenamento gelato con le ginocchia che tremano con davanti questi giganti che fino a poco prima conoscevi solo per nome.”

“Ho speso molti soldi per alcool, ragazze e macchine veloci. Il resto l’ho sperperato.”

“Nel 1969 ho dato un taglio a donne e alcool. Sono stati i 20 minuti peggiori della mia vita.”

best3

“Se io fossi nato brutto, non avreste mai sentito parlare di Pelé.”

“In paradiso non saprei che fare, credo di non conoscerci nessuno.”

“Quando alle tre attraversavi il tunnel con la tua divisa addosso, era come entrare in un altro mondo.”

“Non puoi solo battere l’avversario, devi impressionarlo al punto che non vorrà mai più vederti.”

GEORGE BEST MANCHESTER UNITED

“Tutti dicono che ho dormito con sette Miss Mondo. Peccato deluderli: sono state solo tre.”

“Me la cavavo sempre grazie alla mia fama, o perlomeno grazie a quella del mio alter ego. Se avessi fatto il macellaio, il postino o un altro lavoro qualsiasi e avessi provato a fare le cose che facevo con le mogli e le fidanzate degli altri uomini, mi sarei preso un pugno in faccia. Ma io ero George Best e la facevo quasi sempre franca. Facevo arrivare in volo ragazze da tutto il mondo, solo per dimostrare che potevo farlo. Per esempio facevo arrivare una ragazza dall’Australia, una che avevo incontrato da qualche parte, e dopo un paio di settimane, quando mi stancavo di lei, la rispedivo a casa.”

Related Posts

Gli allenatori che hanno speso più soldi nella loro carriera

2019-09-17 08:30:34
delinquentidelpallone

18

I 5 allenatori che prenderanno più cartellini gialli in Serie A

2019-09-15 08:50:24
delinquentidelpallone

18

Le squadre più vincenti del mondo

2019-09-13 08:43:23
delinquentidelpallone

18

I 20 giocatori più forti di FIFA 20

2019-09-09 09:52:52
delinquentidelpallone

18

I calciatori più veloci della Serie A 2019/20

2019-09-07 10:07:09
delinquentidelpallone

18

Le partite più belle della pausa nazionali

2019-09-03 10:25:36
delinquentidelpallone

18