Le frasi più belle di Carlo Mazzone Le frasi più belle di Carlo Mazzone
Carlo Mazzone, tra le tante definizioni che potrebbe affibbiarsi, decide di darsene una che a noi piace molto: “Sono sempre stato un cane sciolto.... Le frasi più belle di Carlo Mazzone

Carlo Mazzone, tra le tante definizioni che potrebbe affibbiarsi, decide di darsene una che a noi piace molto:

“Sono sempre stato un cane sciolto. Avanti tutta, come un navigatore solitario. Mai avuto padrini, né sponsor. Mai fatto parte di lobby di potenti dirigenti, mai goduto del favore di giornalisti condiscendenti o di raccomandazioni. Se ho ottenuto qualcosa lo devo a me stesso, alla mia determinazione e alla passione che ho messo nella mia carriera. E sono orgoglioso di essere un grande professionista, magari non un grande allenatore, ma certamente un professionista e un uomo perbene.”

Sor Carletto tifa Roma, e non lo ha mai nascosto. E, quando gli è capitato di doverla battere, si è sempre trovato di fronte a dubbi amletici:

“Battere la Roma? È mio dovere provarci. Ma è come uccidere la propria madre”

Le sue squadre, tranne poche eccezioni, non hanno mai potuto contare su grandi talenti, ma hanno spesso dovuto arrangiarsi con l’organizzazione tattica:

“La tecnica è il pane dei ricchi, la tattica è il pane dei poveri”

mazz1

Molto spesso Sor Carletto è stato paragonato al Trap, per il suo modo non proprio spregiudicato di schierare le sue squadre in campo. E lui rispondeva così:

“Dicevano Mazzone è il Trapattoni dei poveri. Rispondevo: amici miei, Trapattoni è il Mazzone dei ricchi.”

E, se la sua squadra ha avuto un briciolo di fortuna, Carlo Mazzone non si è mai fatto problemi ad ammetterlo:

“Questa volta abbiamo avuto un pizzico di puntini puntini”

Il nostro eroe non vede di buon occhio i difensori che si buttano all’arma bianca in area di rigore…

“Difensore scivoloso, difensore pericoloso.”

mazz2

Non è mai stato fortunato con gli arbitri, il buon Carletto:

“Dicono che gli errori degli arbitri cor tempo se compensano. Allora dico: fate presto perché io sto quasi per andà in pensione e sto sempre in rosso.”

Roma-Lazio? Quisquilie…

“Guardi, uno che ha fatto Ascoli-Sambenedettese credo che, sul piano dell’intensità emozionale, abbia provato tutto”

Rivolto ad Amedeo Carboni che si era incautamente spinto in attacco:

“Amedè quanti gol hai fatto in carriera”. “4 Mister”. “E allora perché cazzo te ne stai a annà in attacco!!!”