Florent Malouda a 37 anni ha trovato una squadra fantastica Florent Malouda a 37 anni ha trovato una squadra fantastica
A volte le parabole dei calciatori prendono direzioni veramente inaspettate: giocatori che hanno fatto la storia in club blasonati si ritrovano, spesso sul finire... Florent Malouda a 37 anni ha trovato una squadra fantastica

A volte le parabole dei calciatori prendono direzioni veramente inaspettate: giocatori che hanno fatto la storia in club blasonati si ritrovano, spesso sul finire di carriera, in squadre minori di campionati poco conosciuti.

Di esempi è pieno il mondo del calcio, l’ultimo in ordine di tempo è quello di Florent Malouda, attaccante francese di origini guianesi nato a Cayenne il 13 giugno 1980.

Malouda, nel corso della sua carriera, ha vestito la maglia di uno dei club più importanti d’Europa, ovvero il Chelsea, squadra con cui ha vinto una Champions, una Europa League, una Premier, 3 coppe di lega ed un Community Shield.

Prima di approdare nel Regno Unito ha iniziato a giocare in Francia, dove si è messo in evidenza prima con la maglia del Guingamp, con un certo Didier Drogba come compagno di squadra che poi ritroverà al Chelsea, e poi nel Lione.

Dopo l’esperienza ai Blues la parabola di Malouda ha iniziato un lento ma inesorabile declino, che lo ha portato prima ad approdare in Turchia, nel Trabzonspor poi, dopo un nuovo breve ritorno in Francia nel Metz, in India nel Delhi Dynamos, squadra allenata da Roberto Carlos.

Nel mezzo una breve esperienza di 6 mesi nel Wadi Degla, squadra che milita nella massima serie del campionato egiziano.

Da qualche mese però Malouda ha iniziato una nuova esperienza chiedendo ad una società del Lussemburgo, il Football Club Differdange 03, di potersi allenare con loro. Inizialmente doveva solo essere un modo per tenersi in forma e continuare a fare ciò che più amava, ovvero giocare a pallone, ma il presidente ha pensato di offrirgli un contratto per aggregarsi ufficialmente alla squadra fino al termine della stagione.

Era alla ricerca di una squadra dove potersi allenare e allora abbiamo pensato che ci avrebbe potuto dare una mano fino al termine della stagione“, queste le parole del presidente Fabrizio Bei che poi ha aggiunto: “siamo stati una delle tre migliori squadre nel nostro campionato negli ultimi 10 anni e l’anno scorso abbiamo anche fatto i preliminari di Europa League. Vogliamo disputare nuovamente la Coppa e pensiamo che Malouda possa aiutarci a raggiungere questo obiettivo“.

Non resta altro da fare che aspettare e vedere se Malouda, che nel 2017 è stato chiamato anche nella Nazionale della Guyana Francese per partecipare alla Coppa dei Caraibi, sarà in grado di dare ancora qualcosa al mondo del calcio.

Related Posts

La terza maglia 2019/20 del Tottenham è molto anni ’90

2019-09-04 08:11:19
delinquentidelpallone

18

Sei anni fa Virgil van Dijk segnava gol da fenomeno

2019-06-05 13:32:11
delinquentidelpallone

18

Luan Capanni ha esordito in Serie A con il botto

2019-05-26 15:27:12
delinquentidelpallone

18

La lunga rincorsa di Giovanni Di Lorenzo

2019-05-13 19:55:14
delinquentidelpallone

18

I 10 migliori tiratori di punizioni degli ultimi 3 anni

2019-05-06 13:27:15
delinquentidelpallone

18