Fantacalcio: la Worst 11 della 10a giornata Fantacalcio: la Worst 11 della 10a giornata
Il turno infrasettimanale, da solo, è sempre fonte di grandi amarezze per tutti i fantallenatori del mondo: mettere insieme 11 giocatori decenti, grazie alle... Fantacalcio: la Worst 11 della 10a giornata

Il turno infrasettimanale, da solo, è sempre fonte di grandi amarezze per tutti i fantallenatori del mondo: mettere insieme 11 giocatori decenti, grazie alle sempre più scellerate scelte di turnover degli allenatori (vabbè, bisogna anche capirli) diventa ogni volta una missione impossibile.

Poi, alle volte, vi ci mettete anche voi: chissà quanti sciagurati avrete messo in campo sperando nella loro redenzione, o continuando a credere in qualcuno che vi sta dando solo e soltanto disperazione. Noi, come ogni volta, siamo qui a ricordarvi le vostre scelte infelici, con la nostra Worst 11 curata da Fantarisposte, ovvero la peggior formazione possibile che avreste potuto schierare in questo turno infrasettimanale. Quanti ne avevate schierati fiduciosamente in campo?

PUGGIONI 1,5 -Eroe nel derby di Genova vinto a trentacinque anni da ultras blucerchiato, molto meno eroe nel subire due gol da Chiellini. Colpevole soprattutto sul primo, segnato da due passi, e molte altre sbavature. Menzione d’onore per Storari che anche a sto giro non entra in rubrica per un beffardo 0,5 di differenza. Antieroe.

PALETTA 3 – Era un po’ di tempo che mancava un giocatore del Milan in rubrica, iniziavamo a sentirne la mancanza. Black out totale di Paletta che si ricorda di non avere più capelli e stende Rigoni dopo essere rimasto in aria per tre secondi. Con uno stile di intervento così l’espulsione può accompagnare solo. Secchiello e Paletta.

MBAYE 3 – Riesce a segnare un autogol dopo sei minuti dal suo ingresso in campo, se non è un record poco ci manca. E pensare che Donadoni lo aveva messo in campo per difendere un vantaggio che avrebbe avuto del clamoroso per quanto visto in campo. Pregevole inoltre la realizzazione di tacco. Di Niang solo il nome.

LIROLA 4 – Un po’ come Mbaye riesce a rovinare la partita in pochissimi minuti: entra e procura in maniera assai sciocca il fallo da rigore sul quale la Roma passerà in vantaggio prima di dilagare. Manco a dirlo, il fallo è stato commesso sullo scatenato Dzeko, il gemello forte di quello dell’anno scorso. Guarda, entra, atterra.

GONZALO 4,5 – Gioca in casa col Crotone e pensi di andare sul sicuro, sperando anche in un suo gol di testa nella goleada viola. Ed in effetti in un gol ci entra, ma in quello del Crotone. Pazzesco l’errore che commette insieme a Tatarusanu e che consente a Falcinelli di segnare nonostante si fosse dimenticato come si facesse. Menzione d’onore anche per Isla, stesso voto per lui. Difensori bagnati difensori scellerati.




REGINI 4,5 – Cuadrado lo mette talmente in difficoltà che decide di interrompere la visione di Narcos. Certo, contro la Juve non è mai facile, ma poteva decisamente fare di più. Prova anche a ingaggiare un duello con Mandzukic ma gli basta un’occhiatacca di Marione che decide di optare per la pace. Regini Coeli.

KUCKA 3 – Non è da tutti segnare a Donnarumma ma Kuco potrà dire di esserci riuscito, ottimo l’anticipo su Pavoletti e gol da rapinatore d’area di rigore sul pallone messo dentro da Lazovic. Per il resto prova incolore, surclassato sotto ogni punto di vista da Veloso e Rincon. Spaesato.

ROHDEN 4 – Oggi tocca a lui rappresentare in rubrica la neopromossa calabrese, capace di conquistare finalmente un punto in campionato dopo diverse sconfitte. Rohden corre tanto ma si mangia il gol che poteva portare i tre punti e svirgola il rilancio sul corner di Tello. Ti Rhoden.

BABACAR 4,5 – La pioggia non è certo la sua condizione atmosferica preferita, soprattutto se entri in campo con le slick. Match incolore per l’attaccante viola che ad un certo punto, una volta andata a farsi benedire la prestazione, inizia un’esibizione di tuffi in area di rigore anch’essa senza successo. Tania Cagnotto.

BORRIELLO 2 – Contro la Fiorentina era riuscito a salvarsi segnando un gol inutile quanto prezioso, nella goleada dell’Olimpico si fa notare soltanto per l’errore dal dischetto. Va bene che la bionda in tribuna lo ha distratto ma non avvicinarsi neanche alla porta da undici metri è abbastanza grave per un cecchino a 360 gradi come lui. Sborriello.

SALLAI 3 – Entra nella ripresa per dare una scossa al match ed in effetti riesce a prendere due gialli in sette minuti di cui il secondo per una simulazione assai rivedibile. In ogni caso nessuno di voi sarebbe giustificato ad aver comprato Sallai, neanche in una lega a venti squadre. Ma ‘ndo vai se Sallai ce l’hai.

TOTALE 37

Related Posts

La maledizione della Confederations Cup

2017-06-19 13:49:47
pagolo

18

Europei Under 21: cosa è successo nella prima giornata

2017-06-19 09:33:15
delinquentidelpallone

18

Il conto astronomico della cena di Messi, Suarez e Fabregas

2017-06-18 08:44:57
delinquentidelpallone

18

L’Under 21 della Spagna fa paura

2017-06-06 20:38:52
delinquentidelpallone

18

Arda Turan cacciato dal ritiro della nazionale turca

2017-06-06 14:15:29
delinquentidelpallone

18

La squadra dell’anno della Champions League

2017-06-05 13:13:48
delinquentidelpallone

18

Il pallone della Serie A 2017-18

2017-06-05 08:55:24
delinquentidelpallone

18