Il presente del calcio, almeno per qualche anno, è ancora saldamente nelle mani di Cristiano Ronaldo e Leo Messi. Ma cosa succederà quando i...

Il presente del calcio, almeno per qualche anno, è ancora saldamente nelle mani di Cristiano Ronaldo e Leo Messi.

Ma cosa succederà quando i due fenomeni dovranno necessariamente abdicare? L’argomento è oggetto di discussione da qualche anno, e oggi anche Fabio Capello ha voluto dire la sua.

L’ex allenatore del Jiangsu Suning, intervistato da Radio Anch’io Sport su Radio Rai, ha parlato di questo e non solo.

E, poi, Don Fabio ha indicato i due eredi di Messi e Ronaldo, i due giocatori che, secondo lui, vinceranno il Pallone d’Oro nei prossimi anni.

“I nuovi CR7 o Messi? A me piace Mbappé, avrà un grande futuro. Secondo me Messi e Ronaldo dureranno ancora due anni. Poi c’è Neymar, come qualità può essere paragonato a Messi, ha fantasia e qualità anche se deve migliorare. Mbappé si avvicina più a Ronaldo, invece. Secondo me saranno questi due i prossimi vincitori del Pallone d’Oro”.

Poi, Capello ha parlato anche di tante altre cose. Per esempio, della sua esperienza in Cina.

“L’esperienza nel calcio cinese? Molto interessante, un calcio diverso seppur con difficoltà di comunicazione visto che doveva sempre esserci un traduttore. Per questo ho avuto difficoltà nel trasmettere qualcosa di personale”. 

Embed from Getty Images

Sulla Nazionale e sul calcio italiano:

“Io in Nazionale? Ho già detto di no, ho già fatto le mie esperienze con Inghilterra e Russia. Ho fatto quest’ultima esperienza in Cina, siamo riusciti a salvare una squadra che era in fondo alla classifica e l’ho lasciata in buone condizioni. Ora mi diverto a fare l’opinionista, in questo ruolo si vince sempre.

Ci sono giocatori bravi in Serie A che quando vestono la maglia azzurra spariscono. Nelle altre nazionali ci sono grandi giocatori ad alti livelli. Per questo io farei esperimenti, proverei altri volti.

Qua a 12 anni si insegna la tattica, in Spagna si lavora solo sulla tecnica. La tattica è facile da correggere, la tecnica no”.

Infine, un pronostico sulla corsa scudetto in Italia:

La Juve ha solidità mentale e un allenatore che sa leggere le gare. Il Napoli sta perdendo vivacità. Juve favorita, per me“.