Europa League: cosa è successo nelle partite del 17 agosto Europa League: cosa è successo nelle partite del 17 agosto
La partita più attesa, almeno in Italia, dell’ultimo turno preliminare di Europa League, era sicuramente quella del Milan, impegnato a San Siro contro i... Europa League: cosa è successo nelle partite del 17 agosto

La partita più attesa, almeno in Italia, dell’ultimo turno preliminare di Europa League, era sicuramente quella del Milan, impegnato a San Siro contro i macedoni dello Shkendija.

I rossoneri si sono imposti con un facile 6-0 contro i modesti avversari, grazie alle reti di André Silva e Montolivo (doppiette), Antonelli e Borini.

Ma, ovviamente, non c’era solo il Milan: come sempre, l’Europa League regala emozioni a grappolo, emozioni che non sono mancate in questo turno, e che proviamo a riassumervi in questo riassuntone.

Una delle altre grandi impegnate in questo turno era l’Everton di Wayne Rooney, che affrontava in casa i croati dell’Hajduk Spalato (partita caratterizzata anche dagli incidenti sugli spalti).

Gli inglesi si sono imposti per 2-0. Sul secondo gol dell’Everton, da segnalare lo strepitoso assist di Rooney.

Questi, invece, gli incidenti sugli spalti di Goodison Park.

Tra i risultati più sorprendenti, il 2-0 con cui il Vardar Skopje si è imposto sul Fenerbahce: da segnalare l’autogol di Topal che ha chiuso il match, una vera e propria comica.

Partita, tra l’altro, caratterizzata dai due cartellini rossi, uno per parte.

La Dinamo Zagabria trova il pareggio solo al 95′ contro gli albanesi dello Skenderbeu, con questo gol rocambolesco di Angelo Henriquez.

Partita al cardiopalmo tra Krasnodar e Stella Rossa, con i russi che si impongono per 3-2 lasciando aperta una speranza per i serbi al ritorno, in un match che si annuncia infuocato. Da segnalare un gol fantasma non assegnato al Krasnodar, con il pallone che aveva clamorosamente varcato la linea di porta.

L’Oestersunds (che aveva eliminato il Galatasaray) va in vantaggio in casa del PAOK, ma poi si fa rimontare e perde per 3-1.

Il Legia Varsavia pareggia in casa con lo Sheriff, ma a far rumore è come sempre la coreografia dei suoi tifosi, questa volta dedicata alla UEFA, che aveva comminato una multa di 35.000 euro ai polacchi…

Incredibile invece la rimonta dell’Athletic Bilbao, che passa per 3-2 in casa del Panathinaikos dopo essere stato sotto per 2-0. Indovinate un po’? Doppietta del solito Aritz Aduriz, mentre tra i padroni di casa era andato a segno anche l’ex atalantino Bryan Cabezas.

Questo il primo gol segnato da Aduriz.

Il Braga passa in rimonta in casa degli islandesi dell’Hafnarfjordur, che avevano cullato a lungo il sogno di portare a casa almeno un punticino.

Cade invece clamorosamente in casa l’Ajax, finalista lo scorso anno, per mano del Rosenborg: decide il gol di Adegbenro al 77′. Gli olandesi ora sono chiamati all’impresa in Norvegia nella gara di ritorno.

Il Marsiglia si salva in casa del Domzale, trovando il gol del pareggio dopo essere andato sotto, mentre l’Apollon Limassol trova la vittoria in extremis (3-2) sul Midtjylland grazie a questo gol segnato allo scadere da Pittas.

Partizan Belgrado e Videoton impattano invece sullo 0-0. Questo il quadro completo dei risultati delle partite di andata dell’ultimo turno preliminare di Europa League.