Non è un bel periodo per José Mourinho: il suo Manchester United continua a stentare, e le posizioni che contano della classifica della Premier...

Non è un bel periodo per José Mourinho: il suo Manchester United continua a stentare, e le posizioni che contano della classifica della Premier League continuano ad allontanarsi, dopo il deludente pareggio di ieri contro l’Everton (colpa anche dello sciagurato ingresso in campo di Fellaini che ha poi regalato il rigore agli avversari nel finale di gara).

E quando è nera, è nera, e anche gli amici sembrano venire meno. Incredibili, infatti, le parole che Samuel Eto’o, uno dei pretoriani del portoghese, ha rilasciato in un’intervista a Telefoot, in cui smonta il lavoro di Mourinho allo United e anche le sue idee tattiche.

Non si può sempre pensare a difendere. Se non cambia i suoi metodi rischia di diventare obsoleto nel calcio. Lui è cambiato molto, quando sono arrivato all’Inter ho scoperto un tecnico eccezionale, al Chelsea già era tutto un po’ più complicato.

Il duro attacco del calciatore del Camerun, oggi in Turchia, continua così.

Lui pretende di rilanciare il Manchester United nelle prossime tre partite, ma prima di tutto dovrebbe cominciare a far giocare a calcio la sua squadra. Non ho niente contro di lui, so che è perfettamente in grado di rilanciare lo United, così come qualsiasi altra squadra, facendo sentire importanti i propri calciatori e tornando a giocare a calcio. Al momento però è ancora in fase di evoluzione.

E poi, a sorpresa, le parole dolci per Guardiola, con il quale non aveva avuto esattamente un gran rapporto.

Pep ha tutto per vincere con il Manchester City. Per me è il miglior allenatore del mondo, dal punto di vista tecnico non ha rivali. Chiede sempre alle sue squadre di giocare e riuscirà a imporre la sua idea anche in Inghilterra.

Insomma, se anche gli amici cominciano ad abbandonare Mou, sembra proprio essere la fine…