Ha del clamoroso quanto successo nella notte italiana nella partita, valida per le qualificazioni sudamericane al Mondiale 2018, tra Ecuador e Cile. E, per...

Ha del clamoroso quanto successo nella notte italiana nella partita, valida per le qualificazioni sudamericane al Mondiale 2018, tra Ecuador e Cile. E, per quanto il risultato sia comunque una grossa sorpresa, non stiamo parlando della vittoria dei padroni di casa per 3.0. L’episodio è successo comunque in campo, ma è un fatto giudiziario che con il campo c’entra poco.

Giovedi, infatti, la polizia si era presentata nel ritiro dell’Ecuador, con un mandato d’arresto per Enner Valencia: il calciatore dell’Everton non aveva versato circa 17.000 euro di alimenti per la figlia alla sua ex moglie, e, per via delle leggi molto severe, era ricercato dalla giustizia.

Per non si sa quale motivo, Valencia non è stato arrestato nel ritiro, e ieri  è sceso regolarmente in campo con l’Ecuador. Ma la polizia era già schierata a bordocampo, pronta a prendere in custodia il calciatore al termine del match contro il Cile. Al 33′ del secondo tempo il colpo di scena.

Valencia si accascia al suolo, entrano in campo i sanitari della nazionale dell’Ecuador, gli mettono addirittura la mascherina con l’ossigeno. La situazione sembra grave e l’attaccante deve uscire sull’automobilina usata per trasportare i giocatori. A quel punto, forse, i poliziotti intuiscono qualcosa: la macchinina comincia a correre sempre più veloce verso l’ambulanza, e gli agenti iniziano a rincorrerla.

Questo il video della fuga, in cui si vedono gli agenti correre in maniera piuttosto goffa, filmato dagli spalti:

L’ambulanza aspettava già Valencia, caricato in fretta e furia e portato all’ospedale: lì infatti, non poteva essere arrestato. Cosa che ha fatto sospettare più di qualcuno che la cosa potesse essere stata studiata a tavolino. In ogni caso, successivamente, gli avvocati di Valencia hanno fatto sapere che la questione era già stata risolta, e quindi non ci sarà nessun arresto.

Rimane, in ogni caso, una scena che su un campo di calcio è alquanto singolare.