“El Loco” Abreu entra nel Guinness dei primati “El Loco” Abreu entra nel Guinness dei primati
“L’Audax Italiano sarà la mia prossima squadra nel 2018, con la quale disputerò La Liga, la Copa Sudamericana e la Coppa del Cile”. Con... “El Loco” Abreu entra nel Guinness dei primati

“L’Audax Italiano sarà la mia prossima squadra nel 2018, con la quale disputerò La Liga, la Copa Sudamericana e la Coppa del Cile”.

Con questo breve comunicato Sebastian Abreu, per tutti “El Loco” ha annunciato quella che sarà la sua ventiseiesima squadra in carriera.

Lutz Pfannenstiel, del quale vi avevamo raccontato l’incredibile storia, si è fermato a quota 25 giocando fino all’età di 44 anni mentre Tulio Maravilha, giocatore brasiliano, si dice abbia cambiato circa 30 squadre, ma non tutte erano professioniste.

Abreu, all’età di 42 anni, si appresta a vivere una nuova avventura nella sua incredibile carriera, che lo ha portato a realizzare oltre 400 gol, dagli esordi in Uruguay con la maglia del Defensor Sporting.

La carriera del Loco Abreu è quella di un giramondo che è stato in grado di lasciare il segno, sia in positivo che in negativo, in qualsiasi posto in cui abbia giocato.

I paesi sudamericani li ha girati più o meno tutti ed ha avuto anche qualche breve parentesi in Europa (la più fortunata quella del 2009 con la Real Sociedad).

Negli anni migliori della sua carriera è stato anche attaccante della Celeste, della quale è il sesto marcatore di ogni epoca. Il momento forse più importante della carriera, a livello di Nazionale, è stato il rigore decisivo realizzato contro il Ghana, nei quarti di finale del Mondiale in Sudafrica, che ci fa capire anche il motivo per cui non potrebbe esserci soprannome più azzeccato di “Loco”.

Un cucchiaio perfetto, che solo una testa pazza del suo calibro avrebbe potuto concepire.

Una delle squadre in cui Abreu ha lasciato i ricordi migliori è senza dubbio il Botafogo, dove viene considerato una vera e propria leggenda vivente. Dal 2010 al 2012, anni in cui ha vestito quella maglia, Abreu ha realizzato 24 gol in 50 presenze, contribuendo alla vittoria del Campionato carioca del 2010.

Ad Aprile il suo Audax Italiano affronterà proprio il Botafogo nella prima fase della Copa Sudamericana, una partita che si preannuncia densa di significati che vanno al di là della semplice posta in pallio.

Se amate il calcio, e soprattutto un certo tipo di personaggi ad esso collegati, non potete non apprezzare un calciatore come el Loco Abreu: una vera e propria icona che ha fatto della propria vita calcistica una sfida continua, costantemente alla ricerca di nuovi stimoli e prove da affrontare.

Nel 2018 per tutti inizierà un nuovo anno ma almeno due cose rimarranno invariate: la presenza e la voglia di sorprendere del Loco Abreu.

Related Posts

Leonardo Campana, “El Angel del Gol”

2019-02-12 09:54:45
delinquentidelpallone

18

Sebastian Abreu, el Loco

2016-11-15 12:03:33
delinquentidelpallone

18

Le parole di Ancelotti dopo la partita contro l’Arsenal

2019-04-18 21:25:41
delinquentidelpallone

8

Il PSG farà un omaggio particolare in onore di Notre Dame

2019-04-18 10:58:44
delinquentidelpallone

8

Moussa Sissoko pensava che il Tottenham fosse stato eliminato

2019-04-18 09:07:54
delinquentidelpallone

8

Il PSG non vuole vincere la Ligue 1

2019-04-18 07:40:53
redazione

8

La polemica di Guardiola dopo City-Tottenham

2019-04-18 07:37:50
delinquentidelpallone

8

La squadra che quest’anno ha fatto meglio contro l’Ajax

2019-04-17 15:20:01
delinquentidelpallone

8

Che fine ha fatto Mariano Diaz?

2019-04-17 14:08:49
delinquentidelpallone

8