Deve esserci qualcosa di speciale in quella maglia rossa, qualcosa che la fa assomigliare in maniera preoccupante alla mantellina rossa indossata da Superman. Perché...

Deve esserci qualcosa di speciale in quella maglia rossa, qualcosa che la fa assomigliare in maniera preoccupante alla mantellina rossa indossata da Superman.

Perché proprio come Clark Kent – con la differenza che al posto del look da impiegato con riga in mezzo e occhiali, si porta appresso una quantità superiore alla media di tatuaggi di ogni tipo – quando Edu Vargas si mette addosso quella mantellina rossa, quella maglia rossa della nazionale del Cile, diventa proprio un supereroe.

Stanotte, con la doppietta segnata al Giappone nel match d’esordio della Roja, Edu Vargas è diventato il miglior marcatore della storia del Cile in Copa America: 12 gol in 13 partite, un bottino da far invidia ai più grandi di questo sport.

Per dire, giusto per fare un nome, Leo Messi in Copa America ha segnato 8 gol in 22 partite giocate.

Nella notte italiana Edu Vargas è andato a segno due volte contro il Giappone, nella vittoria per 4-0 del Cile. Una conclusione dal limite dell’area deviata in porta da un difensore, e un gol in contropiede, un pallonetto a scavalcare il portiere in uscita per chiudere il match.

L’ex attaccante del Napoli è stato uno dei cardini del Cile nei due successi consecutivi in Copa America, nel 2015 e poi nell’edizione del Centenario nel 2016: nel 2015 segnò una doppietta nella semifinale contro il Perù, un anno dopo addirittura un poker nel 7-0 con cui il Cile travolse il Messico ai quarti di finale.

Ma c’è dell’altro, visto che i due gol di ieri lo hanno portato a quota 38 marcature con la maglia del Cile (in 83 presenze): scavalcato el Matador, Marcelo Salas, al secondo posto della classifica dei migliori marcatori di sempre della storia della Roja. Davanti a lui solo Alexis Sanchez, che giusto ieri è arrivato a quota 42.

Considerando che lui è un attaccante puro, e considerando che è un anno più giovane, e considerando che con la maglia della Nazionale addosso diventa inarrestabile, potrebbe succedere davvero: Edu Vargas, tra qualche tempo, potrebbe diventare il miglior marcatore della storia del Cile.

Forse quella maglia rossa, per lui, è davvero come il mantello di Superman.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro