Si è appena conclusa la partita tra Napoli e Sampdoria, che ha visto prevalere gli uomini di Ancelotti con un perentorio 3-0. Le reti...

Si è appena conclusa la partita tra Napoli e Sampdoria, che ha visto prevalere gli uomini di Ancelotti con un perentorio 3-0.

Le reti del Napoli sono state realizzate da Milik, Insigne e Verdi, a coronamento di una prestazione di ottimo livello dopo la battuta d’arresto in Coppa Italia contro il Milan.

C’è però un caso che sta montando in queste ore e non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi del Napoli: Marek Hamsik, capitano della squadra e bandiera del club, sarebbe intenzionato seriamente a trasferirsi in Cina in questa sessione di mercato.

Ricordiamo che per quel che riguarda l’Europa il mercato in entrata si è chiuso il 31 Gennaio ma in uscita si possono realizzare ancora operazioni ed in Cina il mercato è aperto fino a fine Febbraio.

A tal proposito le dichiarazioni di Insigne e soprattutto quelle di Ancelotti nel post-partita sembrano confermare questa trattativa avanzata, con la volontà del giocatore che risulterebbe decisiva.

Ecco quanto ha dichiarato il tecnico del Napoli a fine partita, interpellato sull’argomento: “Hamsik ha il desiderio di provare una nuova esperienza e nessuno nel Napoli si sente in diritto di negarglielo. C’è una trattativa in corso, dopo la conclusione troveremo nuove soluzioni“.

Insomma non solo ha confermato la veridicità delle voci che circolano in queste ore ma ha detto che la volontà sarebbe proprio del calciatore.

Il contratto che gli offrirebbe il club cinese interessato al suo acquisto, il Dalian, sarebbe di quelli irrinunciabili: 9 milioni all’anno per tre stagioni.

Marek Hamsik è a Napoli dal 2007 ed è sicuramente uno dei giocatori più rappresentativi del club oltre a detenere una serie di record storici: è il calciatore con più presenze in tutte le competizioni ufficiali, il primatista di presenze nelle competizioni europee e nella Serie A, e il primo marcatore di sempre in tutte le competizioni per quel che riguarda il club partenopeo.

La sua partenza, inutile dirlo, sarebbe un durissimo colpo per la squadra e per l’ambiente, che ormai pensava e sperava di vederlo con questi colori fino a fine carriera.