È morto Benjamin Massing, l’uomo che abbatté Caniggia È morto Benjamin Massing, l’uomo che abbatté Caniggia
Se n’è andato nella notte, nella sua casa di Edea, in Camerun, Benjamin Massing, uno dei Leoni Indomabili che parteciparono alla memorabile cavalcata della... È morto Benjamin Massing, l’uomo che abbatté Caniggia

Se n’è andato nella notte, nella sua casa di Edea, in Camerun, Benjamin Massing, uno dei Leoni Indomabili che parteciparono alla memorabile cavalcata della nazionale africana a Italia ’90.

Benjamin Massing entrò nella storia, insieme ai suoi compagni di squadra, l’8 giugno del 1990, a San Siro.

Il Camerun raccolse, all’esordio, un’incredibile vittoria contro i campioni del Mondo in carica dell’Argentina: François Omam-Biyik volò in cielo a prendere il pallone più importante della sua vita e, con la complicità del portiere Pumpido, portò in vantaggio la sua squadra.

I Leoni Indomabili erano già in 10, e resistettero tutto il match in inferiorità numerica, e poi addirittura in nove uomini.

È qui che entra nella storia il nostro eroe: Claudio Caniggia parte dalla sua metà campo, la sua progressione sembra inarrestabile, ha già saltato due difensori, e si appresta ad arrivare nella trequarti del Camerun.

Benjamin Massing, però, ha altre idee. Lo punta, si dirige verso di lui di gran carriera, con il solo e unico obiettivo di fermare la corsa di quel capellone biondo. L’impatto è devastante, tanto che il difensore del Camerun perde anche una scarpa.

Caniggia prende letteralmente il volo, e atterra con un tonfo clamoroso. Massing ha fatto il suo dovere, raccoglie la scarpa, si prende il meritatissimo cartellino rosso, e se ne va fuori dal campo, da eroe.

Massing fu poi sfortunato protagonista anche dei quarti di finale, dove si interruppe la corsa del Camerun.

La sua seconda apparizione in quei Mondiali, appunto, fu quella contro l’Inghilterra: partita nella quale due suoi interventi in area di rigore costarono altrettante massime punizioni alla sua squadra.

Due rigori procurati da Massing e trasformati da Lineker. Quello nei supplementari risultò decisivo, per il 3-2 dell’Inghilterra.

Il Camerun venne eliminato dove nessuna squadra africana era mai arrivata: oggi, tanti figli di quella terra hanno salutato, con commozione, uno di quei Leoni Indomabili.

E noi vogliamo ricordarlo con la sua scarpa in mano, subito dopo aver fatto il suo dovere, dopo l’abbattimento di Claudio Caniggia.

Anche quello era parte del compito di un Leone Indomabile in missione.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Benjamin Mendy ha vinto un trofeo ogni 5 partite giocate

2019-05-20 10:18:16
delinquentidelpallone

18

Benjamin Kololli ha vinto il premio di eroe del giorno

2018-09-20 20:36:17
delinquentidelpallone

18

Benjamin Mendy è un idolo clamoroso

2018-02-27 22:02:03
delinquentidelpallone

18

Benjamin Mendy è un vero e proprio idolo

2017-09-14 14:04:49
delinquentidelpallone

18

Dramma nel mondo del calcio: è morto Cheik Tioté

2017-06-05 16:41:52
delinquentidelpallone

18

E’ morto Ilunga Mwepu, l’uomo della punizione mai battuta

2015-05-09 17:39:03
delinquentidelpallone

18

Il capitano della nazionale USA femminile e Trump hanno litigato

2019-06-26 17:09:06
delinquentidelpallone

8

7 giovani della Ligue 1 che sono pronti per il grande salto

2019-06-26 13:05:51
delinquentidelpallone

8

Chi è Edoardo Vergani, la contropartita dell’Inter per Dzeko

2019-06-26 09:40:15
delinquentidelpallone

8