Avete presente la celebre saga Assassin’s Creed? Chiunque sia appassionato di videogames probabilmente si, per i pochi che non lo sapessero si tratta di...

Avete presente la celebre saga Assassin’s Creed? Chiunque sia appassionato di videogames probabilmente si, per i pochi che non lo sapessero si tratta di un videogioco di azione (con moltissime possibilità di interazione) a carattere storico. Ebbene il prodotto sviluppato dalla Ubisoft è giunto al suo nono capitolo, escludendo i vari spin-off realizzati, e si è deciso di fare le cose in grandissimo.

Il contesto storico di Assassin’s Creed Syndicate è quello della Londra Vittoriana, siamo nel 1868, ed i protagonisti sono Jacob Frye insieme alla sorella gemella, Evie Frye, impegnati a guidare la rivolta popolare contro i ricchi oppressori. Il gioco si presenta come un coacervo di delinquenza tra gang e armi da strada quali tirapugni, bastoni e coltelli.

In tutto ciò, direte voi, cosa c’entra il calcio? C’entra eccome in quanto la Ubisoft ha avuto una trovata geniale per promuovere il lancio di questo nuovo capitolo. Pensate un attimo, quale calciatore avrebbe potuto rappresentare al meglio la figura di attaccabrighe di strada, pronto a far scoppiare una rissa per il più futile dei motivi? Bè a noi, anche sforzandoci, non verrebbe in mente nessuno all’infuori di Diego Costa.

La canaglia brasiliana, naturalizzata spagnola, rappresenta in pieno la figura del balordo rissaiolo di epoca vittoriana anche sul campo da calcio. Gomitate, spintoni e colpi proibiti sono il suo pane quotidiano, l’unico modo con cui Costa interpreta questo gioco. Cresciuto, come tanti brasiliani, giocando per strada non si è dovuto sforzare più di tanto per interpretare questo ruolo da cattivo, in campo come sul set del videogioco.

Un paio di bretelle, vestiti dell’epoca e quell’espressione che è perfetta così come la vediamo tutti i sabato pomeriggi sui campi della Premier League. Pallone di cuoio. ben più romantico rispetto ai moderni palloni dai colori fluo del calcio moderno, ed il gioco è fatto.

Guarda il video: