Prima partita, doppietta di Neymar, rigore inventato. Sono bastati 90′ per capire che a questo mondo non c’è giustizia e mai ce ne sarà....
  • Prima partita, doppietta di Neymar, rigore inventato. Sono bastati 90′ per capire che a questo mondo non c’è giustizia e mai ce ne sarà.
  • Maracanà, lo stacchetto musicale durante le partite su Sky: se già ti viene in odio alla prima sera, in occasione della finale qualcuno avrà già giustiziato Emis Killa.
  • Se il Signore Iddio ci avesse chiesto dove saremmo voluti nascere, avremmo detto senza esitazione “nel bel mezzo dei Balcani”. Quanto sono belli.
  • A un certo punto, si è sentito distintamente un coro riecheggiare in tutta San Paolo: “Come la Juve, voi siete come la Juve”.
  • Se il metro arbitrale del Mondiale è quello del rigore concesso al Brasile, Uruguay e Cile sono già sull’aereo per fare ritorno a casa. E Diego Perez ha già il cappio al collo.
  • Le uniche soddisfazioni della serata: il magic moment di Šime Vrsaljko e l’entrata di Corluka per mettere le cose in chiaro su Neymar.
  • Il traduttore di Sky dove l’hanno pescato? Sembrava il traduttore del Bin Laden imitato da Luca e Paolo.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *