Diario Mundial – Day 10 Diario Mundial – Day 10
Non solo Leo Messi ha lasciato il campo senza necessità di chiamare l’eliambulanza, ma ha anche segnato un gol della Madonna al 91′ risolvendo... Diario Mundial – Day 10
  • Non solo Leo Messi ha lasciato il campo senza necessità di chiamare l’eliambulanza, ma ha anche segnato un gol della Madonna al 91′ risolvendo la partita per i suoi. I Delinquenti portano bene. Agli altri.
  • L’Argentina non riusciamo a seguirla come vorremmo. L’assenza di un delinquente come Carlos Tevez, uno che in questo mondiale per animi fumantini ci avrebbe sicuramente regalato qualche gioia, grida vendetta.
  • L’Iran, fino al 90′, ci ha esaltato e non poco. Anche se ha picchiato molto meno di quello che ci aspettavamo. Unica pecca, avevano troppa voglia di segnare. Alle volte, amici persiani, ci si può anche accontentare di buttare la palla nell’Oceano Atlantico.
  • Minuto 72: Dejagah si invola verso la porta, viene fermato in maniera da lui ritenuta meritevole di un calcio di rigore. Si alza e, in preda al crimine, va ad affrontare a muso duro il direttore di gara, piantandogli la testa nel petto. Neanche ammonito. Prova a farlo con Carmine Russo di Nola, amico.
  • Bella partita del Ghana contro i quotatissimi tedeschi. Devono aver scomunicato lo stregone della scorsa partita.
  • Grande attesa per il duello tra i fratelli Boateng. Kevin Prince, prima della partita, aveva dichiarato: “In campo non siamo fratelli, resterei deluso se Jerome non dovesse stendermi”. Siamo rimasti delusi anche noi, ragazzi, avevamo già pronta le didascalia “fratelli coltelli” e “Caino e Abele back in action” per voi. Shame on you.
  • Partita che è stata ulteriormente foriera di delusione: Muntari non si fa mancare neanche oggi il cartellino giallo quotidiano (e di questo ne siamo felici) e salterà la grande sfida dei delinquenti contro un Pepe assetato di vendetta. Cosa la vediamo a fare Ghana-Portogallo?
  • Si, ancora non abbiamo capito cosa stesse sputando l’allenatore del Ghana.
  • Uno dei momenti più inspiegabili del Mondiale: la sostituzione di Jerome Boateng con Mustafi. Ora ci aspettiamo Thereau in campo al posto di Benzema e Gonzalone Bergessio a fare coppia con Leo Messi nella finale al Maracanà.
  • Quando gioca la Nigeria il nostro primo e ultimo pensiero è sempre rivolto a Taribo West. Ci sarebbe stato di un bene a prendersi cura del buon Dzeko…mentre tra un calcione e l’altro rivolgeva un pensiero all’altissimo chiedendo perdono, per non avergli fatto abbastanza male.
  • L’unico che ha mantenuto fede alle aspettative elevatissime per Nigeria-Bosnia è Muhamed Besic. Con la doppia entrata su Emenike all’85 minuto di gioco è passato ufficialmente sotto la nostra ala protettrice.
  • Enyeama aveva i nostri occhi puntati addosso dopo che vi avevamo mostrato il clamoroso gesto di lui che si butta la palla in porta in un match amichevole. Probabilmente per questi mondiali ha scommesso tutto ciò che di più caro possiede, inclusa la vita dei propri familiari, su “no goal”.
    [poll id=”7″]

Related Posts

Diario Mundial 2018: la finale

2018-07-16 08:28:47
pagolo

18

Diario Mundial 2018: le semifinali

2018-07-12 08:25:22
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 21

2018-07-08 07:47:19
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 20

2018-07-07 08:22:59
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 19

2018-07-04 08:12:33
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 18

2018-07-03 07:31:28
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 17

2018-07-02 07:36:37
delinquentidelpallone

18

Diario Mundial 2018: Day 16

2018-07-01 08:07:57
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 15

2018-06-29 08:21:50
pagolo

18

Diario Mundial 2018: Day 14

2018-06-28 08:02:33
pagolo

18

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *