Diario Mundial 2018: Day 11 Diario Mundial 2018: Day 11
Domenica mondiale, domenica bestiale: nella seconda domenica di Russia 2018, le partite in programma potrebbero benissimo diventare di culto, e in effetti lo diventano.... Diario Mundial 2018: Day 11

Domenica mondiale, domenica bestiale: nella seconda domenica di Russia 2018, le partite in programma potrebbero benissimo diventare di culto, e in effetti lo diventano.

Noi malati guardiamo con interesse morboso all’esibizione di Panama contro l’Inghilterra, ma anche le due gare del gruppo H, uno dei più equilibrati, promettevano emozioni a raffica.

Subito dopo aver messo qualcosa sotto lo stomaco, ci presentiamo in postazione per Panama-Inghilterra.

E, con l’assenza di Dele Alli, possiamo fare finalmente quella maledetta battuta che avevamo in canna da un po’.

Basta veramente molto poco per capire come andrà a finire questa partita.

L’Inghilterra dilaga praticamente subito, segnando un gol su calcio di punizione che ricorda molto da vicino i pomeriggi passati a giocare a tedesca sotto casa.

Diapositiva della solidissima difesa panamense.

Dai, c’è qualcosa di strano sotto, mi pare evidente.

I giocatori di Panama, probabilmente, non hanno ben capito cosa è permesso e cosa no nelle marcature sui calci d’angolo.

Immagini che lasciano il segno (cit.)

La Federazione Internazionale di Judo sta particolarmente gradendo questi Mondiali, finora.

Ma passiamo alle cose serie, che la partita è ormai andata.

E poi segna Panama.

Giappone-Senegal, partita di confronti importanti.

C’è. Irrati. al. VAR.

Il confronto fisico può essere definito con una parola abbastanza eloquente: impari.

Anche Niang si fa notare.

Vabbè, ma che roba è la coppia di centrali difensivi del Senegal???

Pareggia il Giappone, su sgroppata di Nagatomo conclusa da una giocata che più casuale non si può.

Noi insistiamo.

Sarr è veramente buono come il pane.

2-2, risultato che forse, con il senno di poi, inguaierà il Senegal.

Presenze importanti per Polonia-Colombia in tribuna.

No, anzi, presenze importantissime per Polonia-Colombia in tribuna.

Differenze.

Scusate, siamo malati e ci teniamo a farvelo sapere.

Mina porta in vantaggio la Colombia, ma il protagonista indiscusso è uno e uno soltanto.

El Tigreeeeeeeeeee

‘Sti due dominano, decisamente.

La partita si chiude con James Rodriguez che manda in porta Cuadrado con un assist pazzesco, ma soprattutto con lui che cerca di farsi azzoppare con dei numeri da circo.