Diario Copa America: Paraguay-Giamaica e Argentina-Uruguay Diario Copa America: Paraguay-Giamaica e Argentina-Uruguay
Argentina-Uruguay Argentina-Uruguay si gioca a La Serena. Fa parecchio ridere. Inni nazionali. Quello argentino si può riassumere in un generico “CACIARA”. Ma fa venir... Diario Copa America: Paraguay-Giamaica e Argentina-Uruguay

Argentina-Uruguay

Argentina-Uruguay si gioca a La Serena. Fa parecchio ridere.

Inni nazionali. Quello argentino si può riassumere in un generico “CACIARA”. Ma fa venir voglia di azzannare qualche caviglia.

Il terreno di gioco è all’altezza delle aspettative:

Nando Muslera si esibisce subito nella specialità della casa: la parata a saponetta.

Aguero prende palla al limite dell’area, Godin gli si appiccica addosso e tenta di buttarlo giù tre volte appoggiandosi a parti decisamente delicate. Qualunque tribunale riconoscerebbe in maniera evidente la fattispecie dello stupro.

Il primo giallo se lo becca Nicolas Lodeiro, il primo rosso il Tata Martino dalla partita. Protagonisti a sorpresa.

Il primo tempo finisce senza morti nè feriti. Siamo quasi delusi da questa mancanza di rispetto nei nostri confronti.

L’Argentina passa in vantaggio con un gol del Kun Aguero confezionato da un’invenzione di Pastore e da un cross al bacio di Zabaleta. L’Uruguay è nello sconforto più totale, non sa cosa preveda il gioco del calcio per recuperare un gol di svantaggio senza arroccarsi, menare e spazzare via il pallone il più lontano possibile.

Intorno al 70′, finalmente le prime scintille. Egidione Arevalo Rios scalcia Leo Messi, che va a testa contro testa contro il nostro eroe, dimostrando un ammirevole senso della delinquenza che credevamo non avesse. El Jefecito Mascherano ha una parola buona per tutti, e riporta la calma a suon di ingiurie.


Rolan si divora il gol del pareggio, poi Sergione Romero compie un vero e proprio miracolo. Senza sapere come, l’Uruguay avrebbe potuto pure portarsi a casa un punto da questa partita putrida.

Ultimo minuto in cui Leo Messi prova a tenere il pallone vicino alla bandierina. Solo la Divina Provvidenza sa come abbia fatto a uscire indenne da questa situazione. Il minuto più pericoloso della sua esistenza.

Related Posts

La top 11 della Copa America secondo Opta

2019-07-09 07:17:22
delinquentidelpallone

18

L’ultima partita tra Brasile e Argentina in Copa America

2019-06-29 07:24:12
delinquentidelpallone

18

In Copa America il Cile si trasforma

2019-06-29 06:51:18
delinquentidelpallone

18

I quarti di finale della Copa America 2019

2019-06-25 07:58:44
delinquentidelpallone

18

Everton sta incantando in Copa America

2019-06-24 14:44:22
delinquentidelpallone

18

La storia delle squadre ospiti in Copa America

2019-06-20 13:25:21
delinquentidelpallone

18

Il Qatar ha cominciato benissimo la sua Copa America

2019-06-17 07:52:29
delinquentidelpallone

18

La grande partita di Coutinho all’esordio in Copa America

2019-06-15 07:38:45
delinquentidelpallone

18

Guida alla Copa America: girone C

2019-06-14 13:55:19
delinquentidelpallone

18

Guida alla Copa America: girone B

2019-06-13 08:00:25
delinquentidelpallone

18

Previous page