Come è andato il primo Superclasico di Daniele De Rossi Come è andato il primo Superclasico di Daniele De Rossi
Domenica sera, mentre in Italia andava in scena gran parte della seconda giornata di campionato, in Argentina si giocava il sentitissimo Superclasico tra Boca... Come è andato il primo Superclasico di Daniele De Rossi

Domenica sera, mentre in Italia andava in scena gran parte della seconda giornata di campionato, in Argentina si giocava il sentitissimo Superclasico tra Boca Juniors e River Plate.

È stato il primo Superclasico per Daniele De Rossi, arrivato quest’estate a Buenos Aires dopo il suo addio alla Roma; e, per un curioso scherzo del destino, la partita si è giocata nello stesso giorno del derby di Roma.

Anche il risultato è stato lo stesso, visto che oltre a Lazio-Roma, anche River-Boca è finita con un pareggio, ma a reti inviolate e senza tutte le emozioni (almeno per quanto riguarda il numero di pali colpiti) del derby della Capitale.

La prestazione di De Rossi non è stata indimenticabile: il centrocampista italiano ha giocato 69′ prima di essere sostituito da Reynoso, e ha confermato le prime impressioni, che lo hanno visto difficilmente integrato nel sistema di gioco del Boca, anche perché, in verità, il tecnico Gustavo Alfaro è apparso più di qualche volta in difficoltà con le scelte di formazione e non è ancora riuscito a trovare un modulo definitivo per gli Xeneizes.

De Rossi ha giocato gran parte della sua partita davanti alla difesa, nel 4-2-3-1 (o, se preferite, 4-1-4-1) del Boca, e quando è uscito Alfaro ha cambiato il sistema di gioco in un 4-4-2 per cercare di arrivare al gol, ma senza risultati. Anche per via di questa sterilità della squadra, la prestazione di De Rossi è stata un po’ anonima.

Questi alcuni numeri della sua partita:

29 palloni toccati
13/21 passaggi completati (61.9%)
1/2 duelli vinti
1/2 duelli aerei vinti
2 palloni recuperati
8 palloni persi
4 palloni intercettati