In questi giorni la Uefa si è riunita e ha deciso di introdurre novità regolamentari, alcune delle quali già discusse da tempo, per le...

In questi giorni la Uefa si è riunita e ha deciso di introdurre novità regolamentari, alcune delle quali già discusse da tempo, per le prossime tre stagioni.

Tali novità riguardano le due coppe più importanti, ovvero la Champions League e l’Europa League, oltre che la Supercoppa Europea ed entreranno in vigore a partire da questa estate.

In primo luogo è stata accettata una modifica regolamentare di cui si discute da qualche tempo e già in vigore, ad esempio, in alcune competizioni come la FA Cup in Inghilterra: si potrà effettuare una quarta sostituzione, oltre alle tre normalmente previste, ma solamente nei tempi supplementari degli scontri ad eliminazione diretta.

Sono stati anche modificati alcuni orari delle partite di Champions ed Europa League: per quel che riguarda la Coppa dalle grandi orecchie tutte le partite ad eliminazione diretta inizieranno alle ore 21, mentre nella fase a gironi due partite di martedì e due di mercoledì inizieranno alle 18.55. L’ultima giornata della fase a gironi avrà tutte le partite in contemporanea.

Anche per l’Europa League sono state apportate modifiche di orario: nella fase a gironi si giocherà alle 18.55 e alle 21, come per la Champions, andando quindi ad abolire la tripartizione alla quale eravamo abituati (17-19-21).

Dai quarti di finale in poi si giocherà sempre alle ore 21, salvo eccezioni particolari che possono essere fatte dalla Uefa.

Solamente per quel che riguarda la finale di Champions League, Europa League e la Supercoppa Uefa si potranno inserire 23 giocatori nella distinta di gara invece dei canonici 18.

Dopo la fase a gironi delle rispettive coppe le squadre potranno inserire tre nuovi calciatori in lista, senza alcuna restrizione.

Per ultimo, anche in Europa League è stata introdotta la possibilità per le squadre che hanno vinto almeno 5 volte la competizione (come ad esempio il Siviglia), o per tre anni consecutivi, considerando anche la vecchia Coppa Uefa, di indossare un distintivo particolare sulla manica della maglia.

La modifica più sostanziale è probabilmente quella del quarto cambio nei tempi supplementari, che sicuramente va nella direzione auspicata dai club di garantire uno spettacolo elevato anche in quella fase di gara dove spesso prevale la stanchezza e la fatica.

Che ne dite di questi cambiamenti?