Cristiano Ronaldo indica i suoi 6 possibili eredi Cristiano Ronaldo indica i suoi 6 possibili eredi
Cristiano Ronaldo, se continuerà a mantenersi in questo suo strepitoso stato di forma – fisico e non solo – rimarrà al top del calcio... Cristiano Ronaldo indica i suoi 6 possibili eredi

Cristiano Ronaldo, se continuerà a mantenersi in questo suo strepitoso stato di forma – fisico e non solo – rimarrà al top del calcio mondiale per qualche anno ancora.

Ma, anche se il portoghese è un marziano, tra un po’ dovrà lasciare spazio ai giovani: e chi, meglio di lui stesso, può dirci quali saranno i suoi possibili eredi?

In un’intervista rilasciata a margine dei sorteggi di Champions League, dove ha tra l’altro ricevuto l’ennesimo premio della sua carriera, Cristiano Ronaldo ha tirato fuori i sei nomi dei suoi possibili eredi, quelli che, secondo lui, potranno ripercorrere le sue orme.

Ecco i 6 nomi fatti da Ronaldo.




Marco Asensio

Il compagno di squadra di Ronaldo al Real Madrid è il primo dei nominati: e se CR7 ha fatto il suo nome, forse è anche perché lo sta vedendo molto da vicino.

In questi mesi è cresciuto parecchio, vedremo se questa stagione confermerà le premesse e le promesse.

Embed from Getty Images

Ousmane Dembelé

Il nuovo acquisto del Barcellona – anche se forse ci è voluto un po’ troppo dal punto di vista economico – è un altro dei nominati da Ronaldo.

Vedremo nella stagione in Spagna se Dembelé saprà diventare grande e supportare in maniera decente Messi e Suarez nel tridente blaugrana…

Eden Hazard

Un nome un po’ a sorpresa, visto che, per caratteristiche tecniche e posizione in campo, Hazard non sembra avvicinarsi molto a Ronaldo, anche dal punto di vista fisico.

Classe 1991, è il più anziano della lista: e, forse, quello che ha meno possibilità di crescere ulteriormente…

Kylian Mbappé

Pronto a un trasferimento record al PSG, il diciottenne francese lo scorso anno ha incantato tutti: tecnica, velocità e fiuto del gol.

Fisicamente meno strutturato di Ronaldo, può però contare molto sulla sua velocità fulminea, e soprattutto ha ancora tutta la carriera davanti a sé. Anche il portoghese aveva cominciato da esterno per poi diventare uomo gol, vedremo come si svilupperà Mbappé.

Embed from Getty Images

Neymar

Su Neymar le parole sono ormai superflue: e, ora che al PSG ha una squadra intera al suo servizio, vedremo se si rivelerà, oltre che un eccellente giocatore di supporto a delle stelle, anche un trascinatore.

La missione, con quella condanna di valore e ingaggio, è solo una: strappare la Champions League proprio al Real di Ronaldo.

Marcus Rashford

Anche il classe 1997 dello United è chiamato a una stagione di svolta: dopo aver stupito tutti in questi anni, ora deve dimostrare di essere maturato e cresciuto ulteriormente.

In comune con CR7 ha la maglia rossa dei Red Devils: e chissà che non possa essere un segno del destino.

Related Posts

Nostalgia Canaglia: Nicola Amoruso

2015-03-15 11:12:32
delinquentidelpallone

1

Coppa d’Africa: lo spettacolo degli spalti

2017-01-17 20:00:34
delinquentidelpallone

1

Simone Barone e il non gol più bello della sua vita

2015-02-25 14:03:44
delinquentidelpallone

1

Sandro Tovalieri, il Cobra di Pomezia

2016-03-13 10:26:49
delinquentidelpallone

1

Scudetto: chi può vincerlo?

2015-11-08 22:18:23
delinquentidelpallone

1

Zdenek Zeman torna a parlare: parole dure contro la Roma…

2015-12-19 12:47:41
delinquentidelpallone

1

Serie A 2016-17: la nostra griglia di partenza

2016-08-20 14:02:47
delinquentidelpallone

1

Ryan Babel è l’eroe di giornata

2017-10-13 19:19:20
pagolo

1