Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo la sconfitta con l’Inter Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo la sconfitta con l’Inter
Il big match di San Siro si è concluso con la netta affermazione dell’Inter, che con i gol di Vidal e Barella ha superato... Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo la sconfitta con l’Inter

Il big match di San Siro si è concluso con la netta affermazione dell’Inter, che con i gol di Vidal e Barella ha superato 2-0 la Juventus, portandosi momentaneamente in vetta alla classifica, in attesa della partita di domani del Milan a Cagliari.

I bianconeri sono stati protagonisti di una partita decisamente sotto tono, messi sotto da un’Inter arrembante e determinata.

A fine partita Andrea Pirlo ha commentato così la sconfitta della sua squadra ai microfoni di Sky Sport:

Abbiamo sbagliato l’atteggiamento fin dall’inizio, se non hai rabbia e determinazione diventa difficile vincere queste partite. Non siamo scesi in campo, siamo stati troppo passivi e quando non sei aggressivo vai incontro a queste partite“.

Per Pirlo la chiave del match è stato l’approccio sbagliato della sua squadra:

Ci siamo abbassati, siamo stati timorosi, avevamo paura del gioco d’attacco dell’Inter e nella testa abbiamo pensato solo a fare la fase difensiva, e abbiamo avuto poco spazio per avere in mano la partita. Se gli dai campo, loro diventano devastanti“.

Non ce l’aspettavamo, non potevamo fare una partita peggiore di questa. Adesso dobbiamo rialzare la testa perché mercoledì ci giochiamo una finale“.

In queste partite devi mettere la stessa voglia e la stessa rabbia degli altri per essere sullo stesso livello. Non abbiamo messo foga agonistica e il risultato è questo“.

Così sui dettagli tattici del match:

Ronaldo ha cercato di trovare più spazio a destra, avendo anche Chiesa che poteva portare via qualche avversario. Se li fai crossare con calma e non segui i loro inserimenti poi diventa difficile…

Siamo stati troppo lenti nel far girare la palla, dovevamo farla girare tramite i centrocampisti per provare a fare uno contro uno di Chiesa da una parte con l’inserimento di Ramsey tra le linee dall’altra per portare fuori uno dei centrali. Non lo abbiamo fatto, siamo passati poco dal centrocampo e abbiamo trovato pochi passaggi filtranti, loro si chiudevano bene, se giri sempre da dietro il gioco diventa troppo lento e prevedibile“.

Il suo pensiero sulle ambizioni della Juventus in questa stagione:

Le nostre ambizioni rimangono le stesse, è un passo falso ma in un lungo percorso capitano, peccato perché dovevamo portare avanti una serie positiva. Non può capitare questo atteggiamento a una squadra come la Juventus, siamo stati troppo timorosi, troppo in balia delle loro giocate, abbiamo pensato poco a fare le nostre“.