Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo il pareggio con il Verona Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo il pareggio con il Verona
Nel posticipo domenicale della Serie A, la Juventus non è andata oltre il pareggio contro il Verona; dopo il gol iniziale di Favilli, i... Cosa ha detto Andrea Pirlo dopo il pareggio con il Verona

Nel posticipo domenicale della Serie A, la Juventus non è andata oltre il pareggio contro il Verona; dopo il gol iniziale di Favilli, i bianconeri hanno trovato la rete di Kulusevski, e poi non sono riusciti a superare la resistenza dell’Hellas.

Un pareggio che frena la rincorsa della squadra di Pirlo, che adesso è momentaneamente al quinto posto in campionato, a -3 dal Milan che sarà impegnato domani con la Roma.

A fine partita, ai microfoni di Sky Sport, Andrea Pirlo ha commentato così il pareggio dell’Allianz Stadium:

Abbiamo fatto un primo tempo troppo attendista, poco aggressivi con i centrocampisti, ma le occasioni migliori sono state le nostre. Dopo il gol loro abbiamo avuto una buona reazione, ma non dobbiamo prendere uno schiaffo per reagire“.

Sulla scelta di far partire Kulusevski dalla panchina:

Kulusevski lo abbiamo fatto riposare perché veniva da 6 partite consecutive. Ha fatto benissimo. Dybala non ci aspettavamo restasse in campo 90 minuti, si è dato da fare.

Questo il piano partita dei bianconeri secondo Pirlo:

Quando giochi contro il Verona è sempre una partita difficile, ti vengono a prendere uomo contro uomo a tutto campo, la partita si basa molto sui duelli. Abbiamo provato giocate di prima per saltare la loro pressione, credo siano venute bene, abbiamo sbagliato le scelte dell’ultimo passaggio, ma le cose che avevamo provato sono venute bene…

Un commento sulla partita dei centrocampisti:

I centrocampisti hanno fatto una buona partita, Arthur ha tenuto tutti i 90′ ed è stato bravo nella gestione della palla, ma sicuramente dobbiamo migliorare“.

Il confronto con la partita giocata in settimana in Champions:

Lo sapevamo che sarebbe stata una partita più difficile di quella di Kiev, soprattutto per l’intensità del Verona e avevamo provato a lavorare sulla pressione. Non dobbiamo prendere lo schiaffo per giocare, una cosa è giocare in Champions magari con il pubblico, stasera sembrava un clima un po’ soporifero e magari abbiamo sofferto“.

Poi un ragionamento sull’assetto della squadra con il ritorno di Ronaldo:

Abbiamo in mente di far giocare insieme Ronaldo con Dybala o Ronaldo con Morata, in base alle caratteristiche di ognuno poi ci adattiamo. Ronaldo giocherà nella sua posizione classica, sono giocatori simili che possono coesistere“.

E, infine, un commento sull’infortunio di Bonucci:

Valuteremo domani con calma“.