Cosa è successo tra Ancelotti e Insigne Cosa è successo tra Ancelotti e Insigne
Il pareggio di ieri per 0-0 in casa del Genk ha un po’ frenato il cammino europeo del Napoli, soprattutto perché ottenuto in casa... Cosa è successo tra Ancelotti e Insigne

Il pareggio di ieri per 0-0 in casa del Genk ha un po’ frenato il cammino europeo del Napoli, soprattutto perché ottenuto in casa dell’avversaria più debole del girone, per quanto i 3 punti fondamentali ottenuti contro il Liverpool lascino comunque ancora piuttosto tranquilli i ragazzi di Ancelotti.

In Belgio, però, ha fatto discutere l’esclusione di Lorenzo Insigne, rimasto fuori non solo dai titolari ma addirittura dalla panchina (ricordiamo che, in Europa, non c’è ancora la panchina lunga come in campionato, e quindi gli allenatori sono spesso costretti a scelte del genere).

Il capitano del Napoli si è accomodato in tribuna, e in molti si sono interrogati sul motivo della scelta di Ancelotti. Lo stesso tecnico del Napoli, nel post-partita, ha spiegato la sua scelta in prima persona: “Lorenzo è andato in tribuna perché l’ho visto meno brillante e pronto e ho preferito tenerlo fuori e prepararlo per la prossima partita“.

Una scelta che, a giudicare dalla faccia tutt’altro che serena di Insigne all’arrivo allo stadio, non ha incontrato il favore dell’attaccante azzurro.

Dietro la scelta di Ancelotti, però, c’è una politica ben precisa: non c’è una punizione mirata per il giocatore, non ci sono stati contrasti tra i due, ma la scelta di escludere proprio il capitano è un messaggio diretto a tutti. Nessuno è intoccabile, e visto che il Napoli può contare su una rosa con tantissimi giocatori intercambiabili, andranno in campo sempre quelli che dimostreranno di stare meglio.

Considerando il rapporto non sempre felicissimo tra Insigne e la società, la decisione di Ancelotti potrebbe anche provocare qualche malumore, ma è una presa di posizione che, probabilmente, intende anche stimolare tutti i suoi giocatori a dare il meglio e a farsi trovare pronti. Insomma, Ancelotti ha fatto capire a Insigne che non esistono intoccabili, nemmeno il capitano.