Copa Libertadores: Botafogo-Nacional finisce a mani in faccia Copa Libertadores: Botafogo-Nacional finisce a mani in faccia
Nella notte erano in programma diverse gare di ritorno degli ottavi di finale di Copa Libertadores: come sempre, la principale coppa del Sudamerica regala... Copa Libertadores: Botafogo-Nacional finisce a mani in faccia

Nella notte erano in programma diverse gare di ritorno degli ottavi di finale di Copa Libertadores: come sempre, la principale coppa del Sudamerica regala match intensi e, soprattutto, frammenti di non trascurabile delinquenza.

E, appunto, una di queste partite, Botafogo-Nacional, è finita a ceffoni, con un finale quantomeno movimentato che ha costretto il direttore di gara a un lavoro supplementare.

Il match di andata, giocato in Uruguay, aveva visto il Botafogo imporsi per 1-0, per cui al ritorno il Nacional era chiamato a una vera e propria impresa.

Il Botafogo, però, si è portato immediatamente sul 2-0, grazie alle reti di Bruno Silva e Rodrigo Pimpao, e dopo 6 minuti il discorso qualificazione poteva già dirsi bello che chiuso.




A quel punto, ovviamente, i calciatori del Nacional hanno trasformato il match in una vera e propria corrida, con l’arbitro che, fino al minuto numero 87, ha tirato fuori la bellezza di 9 cartellini gialli.

Ma il meglio doveva ancora venire, e nel finale si è scatenato un vero e proprio pandemonio.

Con il Botafogo in controllo, i giocatori del Nacional, forse provocati anche dagli olé del publico, non ci hanno visto più, e si sono lasciati andare: tutto è cominciato da una gomitata di Diego Polenta ai danni di un avversario, che ha scatenato quella che è poi degenerata in una rissa a tutto campo.

Una volta riportata la calma, l’arbitro ha tirato fuori altri 3 cartellini rossi, che hanno portato il totale a quattro.

E, al fischio finale, i calciatori hanno deciso bene di fare ulteriore chiarezza con questo pacato confronto tra di loro.

La Copa Libertadores, come sempre, resta una competizione meravigliosa.