La Confederations Cup, che si sta chiudendo proprio stasera con la finale tra Germania e Cile, era il primo vero banco di prova per...

La Confederations Cup, che si sta chiudendo proprio stasera con la finale tra Germania e Cile, era il primo vero banco di prova per il VAR, la cosiddetta moviola in campo.

Tutti gli occhi del mondo, infatti, erano puntati addosso alla tecnologia, che aveva la responsabilità di dimostrare la sua utilità in un torneo che dal punto di vista dell’agonismo non era comunque così sentito.

Nel corso delle gare in Russia, più volte sono stati sollevati dubbi sull’effettiva utilità della tecnologia, con gli arbitri che hanno sbagliato decisioni abbastanza facili anche dopo aver consultato il video.

Ecco, anche nella finale di stasera tra Cile e Germania, non ci siamo fatti mancare il “liscio” del VAR.

Nel corso del secondo tempo, con la Germania in vantaggio sulla Roja, Gonzalo Jara (sì, quello del dito nelle parti intime di Cavani) ha rifilato una gomitata clamorosa a Timo Werner.

Queste le immagini dell’episodio.

E questo un fermo immagine in cui si nota la violenza del colpo dato da Jara che, con tutta la nostra buona volontà da delinquenti, avrebbe onestamente meritato un rosso diretto.

L’arbitro, il serbo Mazic, dopo aver visto le immagini dell’episodio di persona (e non solo ascoltando i consigli dalla cabina di regia) ha deciso di dare solo un giallo al cileno.

Forse, abituato ai tanti Stella Rossa-Partizan che ha diretto, ha giudicato la gomitata di Jara una carezza.

Di sicuro, con il VAR non ci siamo proprio: ma, d’altronde, dovremmo capire che in casi come questo è sempre l’arbitro (umano) a decidere e quindi le polemiche potrebbero essere ben lontane dallo scomparire…