Come sono messe le ultime in classifica negli altri campionati? Come sono messe le ultime in classifica negli altri campionati?
In questi giorni si fa un gran parlare, di nuovo, della zona retrocessione della Serie A. Nelle prime quattro giornate di campionato, infatti, le... Come sono messe le ultime in classifica negli altri campionati?

In questi giorni si fa un gran parlare, di nuovo, della zona retrocessione della Serie A.

Nelle prime quattro giornate di campionato, infatti, le ultime 5 in classifica del nostro campionato hanno racimolato in totale, sommando tra loro i bilanci, la miseria di 4 punti, e nessuna vittoria.

Un bottino talmente magro che ha scatenato più di qualche riflessione, e ha riaperto il dibattito sul divario tra grandi e piccole nella nostra Serie A, divario che negli ultimi anni sembra essersi ampliato ulteriormente.

Il Benevento è fermo ancora al palo a 0 punti, Verona e Crotone hanno fatto un punto, ma l’hanno fatto pareggiando tra di loro, e anche Sassuolo e Genoa hanno racimolato un solo pareggio in 360′ di gioco.




Ma è così solo in Italia? O anche all’estero le ultime della classe vanno così male?

Oggi abbiamo allora deciso di andare ad analizzare, anche solo a livello di punti in classifica, come se la passano negli altri campionati: abbiamo preso in esame, per i 5 principali campionati europei (Serie A, Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1) le ultime 5 posizioni in classifica, tenendo comunque conto del fatto che altrove si è disputata qualche partita in più.

Questa la parte finale della classifica in Italia:

In Premier League, dove si sono disputate già 5 giornate, il Crystal Palace è fermo al…palo, con 0 punti e soprattutto 0 gol segnati. Dietro, però, c’è competizione, con l’Everton clamorosamente invischiato nonostante la sua rosa, e anche il West Ham che solo ora ha cominciato a fare punti, fermo a 4.

In Inghilterra, in ogni caso, le squadre in basso in classifica sembrano comunque messe meglio.

In Spagna, le ultime 3 della Liga sono messe più o meno come le nostre, con Malaga e Alaves che non hanno messo insieme neppure un punto, e il Deportivo che deve accontentarsi di un pareggino in 4 partite. A seguire, Celta e Espanyol con rispettivamente 3 e 4 punti.

Anche in Germania, dopo 4 giornate, c’è una squadra ancora ferma a zero punti: si tratta del Colonia, che è impegnato anche in Europa League (giovedì ha giocato contro l’Arsenal, domenica ha invece perso 5-0 con il Borussia Dortmund). Poi, Werder Brema a 1 punto e Friburgo a 2, Mainz a 3, Wolfsburg a 4.

Andiamo, infine, in Francia: in Ligue 1 si sono giocate 6 giornate, e l’ultima della classe è il Metz, che ha raccolto una vittoria e 5 sconfitte. Seguono Strasburgo e Dijon a 4, il Lille del Loco Bielsa a 5 insieme al Troyes.

In Francia, il livello è forse più livellato verso il basso, e anche per questo le ultime in classifica riescono comunque a togliersi punti a vicenda.

Insomma, cosa ne pensate? Davvero in Italia le piccole sono messe così male o siamo allineati rispetto al resto d’Europa?