Come sarà organizzato il calendario di Serie A quando si ripartirà Come sarà organizzato il calendario di Serie A quando si ripartirà
La data nel mirino è quella di sabato 13 giugno. Se tutto andrà come deve, potrebbe essere quello il giorno in cui la Serie... Come sarà organizzato il calendario di Serie A quando si ripartirà

La data nel mirino è quella di sabato 13 giugno.

Se tutto andrà come deve, potrebbe essere quello il giorno in cui la Serie A tornerà in campo, seppur tra mille restrizioni e divieti.

Ma come sarà organizzato il calendario per quanto riguarda le giornate ancora da disputare? Innanzitutto, dovremo abituarci all’idea di un weekend molto diverso da quello che conoscevamo.

Secondo le indiscrezioni pubblicate ieri da La Repubblica, infatti, le partite di ogni turno si giocheranno tutte nella stessa giornata, senza il solito “spezzatino” del weekend, quindi niente anticipi del sabato (o del venerdì) e niente monday night.

Si partirebbe così con una giornata completa sabato 13 giugno, e poi si giocherebbe per 8 domeniche e 3 turni infrasettimanali, fino alla data, anche questa ormai famosa, del 2 agosto. Più tutte quelle ancora da recuperare, rinviate prima dello stop.

Grandi cambiamenti anche per le fasce orarie: le partite saranno spalmate su 3 diversi slot, pensati per minimizzare i problemi del caldo. Le 10 partite di ogni giornata sarebbero così divise in 3 orari diversi, vale a dire alle 16.30, 18.45 e 21.

Quali partite riapriranno la Serie A? Il 13 giugno si dovrebbero giocare le partite della 27a giornata, che erano queste:

Verona-Napoli
Bologna-Juventus
Spal-Cagliari
Genoa-Parma
Torino-Udinese
Lecce-Milan
Fiorentina-Brescia
Atalanta-Lazio
Inter- Sassuolo
Roma-Sampdoria

Tutto questo, ovviamente, a meno di nuovi stop in caso di un peggioramento della situazione dei contagi a livello nazionale, come abbiamo ormai (purtroppo) imparato.