Come sarà Andrea Pirlo da allenatore: il modulo e la sua idea di calcio Come sarà Andrea Pirlo da allenatore: il modulo e la sua idea di calcio
Articolo pubblicato originariamente il 1 agosto e aggiornato l’8 agosto Dopo l’esonero di Maurizio Sarri, la Juventus ha scelto, in maniera piuttosto sorprendente, di... Come sarà Andrea Pirlo da allenatore: il modulo e la sua idea di calcio

Articolo pubblicato originariamente il 1 agosto e aggiornato l’8 agosto

Dopo l’esonero di Maurizio Sarri, la Juventus ha scelto, in maniera piuttosto sorprendente, di puntare su Andrea Pirlo come nuovo allenatore.

Una scelta piuttosto rischiosa, visto che l’ex centrocampista bianconero era stato originariamente scelto come allenatore della squadra riserve, e non ha praticamente alcuna esperienza da head coach.

Ma come sarà Andrea Pirlo da allenatore?

Nella conferenza stampa di presentazione con l’Under 23, l’ex centrocampista ha risposto a una domanda precisa su quella che sarà la sua idea di gioco:

“I moduli non sono fondamentali. Bisogna vedere i giocatori che si hanno a disposizione e metterli nelle condizioni ideali per rendere al meglio. Di moduli ce ne sono tanti ma quello che conta davvero è l’occupazione degli spazi“.

A svelare qualcosa in più sulle sue intenzioni da allenatore era stato lo stesso Andrea Pirlo, qualche mese fa, nel corso di una diretta Instagram con Fabio Cannavaro, in cui aveva rivelato il suo modulo ideale:

Da allenatore farei il 4-3-3, che mi piace: tutti avanti, grande possesso palla e via. Poi ti accorgi giorno dopo giorno se adattare qualcuno. se ti fissi con il tuo modulo butti via tempo e i giocatori non rendono“.

Dunque, l’idea di calcio di Andrea Pirlo sembra essere quella di un calcio propositivo, non legato a schemi e movimenti ossessivi, ma basato comunque sul controllo del gioco.