Come i fari del Da Luz Come i fari del Da Luz
Il calcio è una bilancia, una fottuta bilancia, ed in ogni storia a cui assistiamo i due piatti pendono sempre a due altezze diverse.... Come i fari del Da Luz

Il calcio è una bilancia, una fottuta bilancia, ed in ogni storia a cui assistiamo i due piatti pendono sempre a due altezze diverse.

Da una parte la follia dei vincitori, l’ebbrezza e il tripudio, il racconto di una favola; dall’altra c’è il dolore della sconfitta, le lacrime amare, i fegati spappolati. E se la stragrande maggioranza ricorda l’estate del 2004 come quella del Miracolo Greco, c’è una sparuta minoranza che quell’estate la vuole ancora dimenticare, ma non può. Troppo grandi le ferite al cuore, troppo crudeli.

Chissà per quanti anni tutto il Portogallo ripenserà a quel sogno scappato via sul più bello, come la sveglia che suona proprio quando non dovrebbe.

Quella squadra: una generazione di fenomeni nel pieno della maturità mista ad astri nascenti, spumeggiante, forte, simpatica. Quattro anni prima, in Belgio, la Selecção das Quinas si era inchinata in semifinale al genio di Zidane ma era ferrea la percezione di una realtà vera, importante, non destinata al macigno della “meteora”.

Arriva l’Europeo in casa, l’occasione di una vita; mai il Portogallo aveva ospitato una fase finale di una competizione calcistica.

Il piatto d’argento da cogliere al volo per Figo, Rui Costa, Costinha, Nuno Gomes. Non ci sono più i pionieri Vitor Baia, Jorge Costa e Fernando Couto ma c’è una flotta di fenomeni dai piedi buoni pronta a scrivere la loro prima pagina di storia: si chiamano Deco, brasiliano naturalizzato; Cristiano Ronaldo, l’eletto; e Ricardo Carvalho, roccia dura. In panchina a dirigere l’orchestra c’è Luiz Felipe Scolari, fresco Campione del Mondo col Brasile nel 2002.

Dove può arrivare sto Portogallo?

Lontano. A prendere il frutto proibito della matricola diventata grande.
Lontano. A donare ad un popolo la più bella emozione di sempre.
Lontano. A coronare un percorso di crescita pieno di cuore e sudore.
Lì, allo Stadio della Luce.

La Luz che invade o espírito de todo o Portugal.

4 Luglio 2004. Lisbona. Il giorno dei giorni. La definizione di “momento propizio” non ha altri significati. La festa è pronta e manca un solo maledettissimo gradino.

Quel gradino non è la Spagna, ci ha già pensato Nuno Gomes a farla fuori.

Non è l’Inghilterra, l’ha già fermata il portiere-eroe Ricardo parando a mani nude e realizzando il rigore decisivo.

Non è nemmeno l’Olanda, spazzata via da Ronaldo e Maniche.

E’ la Grecia. Già, quella stessa Grecia che nella partita inaugurale ha espugnato il Do Dragao di Oporto rovinando l’esordio di Scolari. Sì, era la tensione del debutto, sul piano tecnico non c’è mica paragone.

“Ma sti greci sono arrivati in finale.”
Sì ma non è sempre Natale.
“Ma questi non staranno mica a guardare.”
Dai ma adesso si fa sul serio.

Adesso è un’altra storia. Adesso è un’altra Storia e la penna è in mano al Portogallo.

Ore 19.45 locali. Merk fischia l’inizio.Come è andata lo sapete già. Charisteas sigilla il tormento di chi quel 4 Luglio voleva incorniciarlo sulle pareti di casa. Il pianto sfoga l’angoscia ma non placa il rimpianto, che riecheggia nell’anima.

Ancora. Ancora. Ancora.

Chissà quando ricapiterà.
Chissà se ricapiterà.
Un sogno così, perfetto così.

Spento così. Come i fari del Da Luz, nella notte affranta di Lisbona.

Dario Damico

Related Posts

Fernando Llorente, l’uomo in più del Napoli

2019-09-23 07:57:19
delinquentidelpallone

18

Il Derby del Faraone

2019-09-22 08:18:45
delinquentidelpallone

18

Le 5 squadre di culto dell’Europa League 2019/20

2019-09-19 10:39:58
delinquentidelpallone

18

La maglia del Lipsia per la Champions League

2019-09-17 08:10:36
delinquentidelpallone

18

Alfredo Donnarumma: il mestiere del gol

2019-09-16 13:45:45
delinquentidelpallone

18

È arrivato il momento del tempo effettivo

2019-09-16 08:04:44
delinquentidelpallone

18

I tifosi del PSG sono arrabbiatissimi con Neymar

2019-09-14 10:06:06
delinquentidelpallone

18

La terza maglia 2019-20 dell’Atletico Madrid

2019-09-13 10:40:01
delinquentidelpallone

18

Le squadre più vincenti del mondo

2019-09-13 08:43:23
delinquentidelpallone

18