Come giocherà il Barcellona di Xavi Come giocherà il Barcellona di Xavi
Dopo qualche giorno di attesa, è arrivata l’ufficialità della notizia che era nell’aria da tempo: il successore di Koeman e nuovo allenatore del Barcellona... Come giocherà il Barcellona di Xavi

Dopo qualche giorno di attesa, è arrivata l’ufficialità della notizia che era nell’aria da tempo: il successore di Koeman e nuovo allenatore del Barcellona sarà Xavi, che ha terminato la sua esperienza con l’Al Sadd ed è adesso pronto per cominciare un’avventura che in tanti pensavano sarebbe diventata realtà.

Dopo l’esperienza da calciatore, in cui è diventato una vera e propria leggenda del club, l’ex centrocampista spagnolo sta per prendere in mano una squadra che negli ultimi mesi ha sofferto parecchio, dopo l’addio di Messi e i noti problemi finanziari.

La scelta di Xavi, in questo senso, è quasi più filosofica che tecnica: un modo per riabbracciare determinati valori e riaffermare l’identità di un club che negli ultimi tempi è sembrata smarrirsi sempre di più.

Ma oltre ai valori intangibili, ci sarà anche il campo: e, allora, come giocherà il Barcellona di Xavi?

Xavi non è un integralista in fatto di moduli, e nella sua esperienza in Qatar ha dimostrato di poter agilmente utilizzare tanto il 4-3-3 quanto il 4-2-3-1, oltre a un modulo un po’ più particolare (una sorta di 3-2-2-3): al Barca, però, dovrebbe puntare sul 4-3-3, un po’ per le caratteristiche della rosa, un po’ per non sconvolgere subito gli equilibri della squadra.

Di certo, il suo stile di gioco prevede ampio utilizzo del possesso palla, usato come strumento per aprirsi gli spazi, e in questo probabilmente ci sarà bisogno di un po’ di adattamento per cercare di rodare al meglio i meccanismi.

Per quanto riguarda gli uomini, Xavi dovrà necessariamente bilanciare la presenza in campo di alcuni veterani con lo sviluppo di giovani come Pedri, Gavi e Ansu Fati, chiamati al definitivo salto di qualità. Al netto dei tanti infortuni attuali (con Dembelé che si è fermato di nuovo dopo essere tornato in campo per qualche minuto, e Aguero che dovrà stare fermo 3 mesi) tra i giocatori più a rischio c’è sicuramente Memphis Depay, che potrebbe finire in panchina.

Questa una delle possibili formazioni che Xavi potrebbe schierare con il 4-3-3:

Una delle possibili novità potrebbe essere l’avanzamento di Pedri nella zona di sinistra dell’attacco, mentre se dovesse tornare titolare Depay, Pedri tornerebbe a centrocampo.

Questa, invece, l’alternativa con il 3-2-2-3:

Vedremo, nelle prime esibizioni di Xavi sulla panchina del Barcellona, quali saranno le sue scelte e le diverse opzioni a sua disposizione.