Come è andato l’esordio dell’Italia ai Mondiali femminili Come è andato l’esordio dell’Italia ai Mondiali femminili
Un esordio da incorniciare per l’Italia ai Mondiali femminili: le Azzurre di Milena Bertolini hanno infatti sconfitto 2-1 l’Australia in rimonta, al termine di... Come è andato l’esordio dell’Italia ai Mondiali femminili

Un esordio da incorniciare per l’Italia ai Mondiali femminili: le Azzurre di Milena Bertolini hanno infatti sconfitto 2-1 l’Australia in rimonta, al termine di una partita combattutissima e anche piuttosto emozionante.

Nel primo tempo l’Italia era andata in vantaggio, ma il VAR ha annullato il gol di Barbara Bonansea per un fuorigioco veramente millimetrico.

L’Australia è poi passata in vantaggio: rigore assegnato per una spinta – ingenua – del capitano Gama. Dal dischetto si presenta la fortissima Sam Kerr, che però si lascia ipnotizzare da Laura Giuliani. Sulla ribattuta, però, l’attaccante australiana è la più lesta e porta in vantaggio la sua squadra al 22′

L’Italia arranca e sembra poter crollare, ma nel secondo tempo riesce a riorganizzarsi e a trovare il meritatissimo pareggio, con Bonansea che al 56′ approfitta di una leggerezza della difesa australiana e realizza il gol del pareggio dopo essersi infilata nella difesa avversaria.

La partita rimane sul filo dell’equilibrio, e proprio quando sembrava destinata a finire in pareggio, al 96′ arriva l’esplosione di gioia azzurra: pallone messo in mezzo dalla bandierina da Valentina Cernoia, uscita avventata del portiere australiano, e Barbara Bonansea firma in mischia la sua doppietta, per il definitivo 2-1 per l’Italia.

Per le azzurre un successo fondamentale nel girone, con l’Australia che era forse l’avversario più accreditato almeno per la corsa al secondo posto.

Da segnalare, per noi appassionati delinquenti, la citazione di Sam Kerr, che ha imitato l’esultanza del connazionale Tim Cahill con i pugni alla bandierina

Appuntamento, per la seconda partita del girone, venerdì 14 giugno alle ore 18, quando l’Italia affronterà la Giamaica.