Cinque modi in cui potrebbe giocare lo United al rientro di Ibrahimovic Cinque modi in cui potrebbe giocare lo United al rientro di Ibrahimovic
Ieri Zlatan Ibrahimovic ha compiuto 36 anni e tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati di calcio gli hanno reso il giusto omaggio.... Cinque modi in cui potrebbe giocare lo United al rientro di Ibrahimovic

Ieri Zlatan Ibrahimovic ha compiuto 36 anni e tutti gli addetti ai lavori e gli appassionati di calcio gli hanno reso il giusto omaggio.

King Zlatan sta per fare il suo ritorno all’attività agonistica dopo il tremendo infortunio della passata stagione, che gli era costato il legamento crociato con conseguente riposo forzato di parecchi mesi. Grazie alla sua straordinaria forza fisica e mentale i tempi di recupero si sono accorciati notevolmente rispetto a quelli previsti inizialmente e potremmo vederlo  allenarsi con la squadra di qui a poco.

Non c’è ancora una data precisa per il rientro ma anche Mourinho ha fatto capire che la tabella di marcia di Ibra sta superando ogni aspettativa e lo ha inserito nella lista Champions dei Red Devils.

Presto il tecnico portoghese potrebbe dover fare i conti con un giocatore importante, da sempre suo pupillo, che reclama spazio al centro dell’attacco, un reparto che sta già facendo molto bene in questa prima parte di stagione.




Soprattutto il nuovo acquisto Lukaku sta dimostrando di valere tutti i soldi (e non sono pochi) che lo United ha investito su di lui ma anche Mkhitaryan e Rashford non sono stati da meno.

Potrebbe quindi verificarsi un problema di abbondanza là davanti, sempre gradito a parole dagli allenatori, che però costringerebbe Mou a cambiare qualcosa in termini di modulo, a patto di non voler lasciare in panchina uno a turno tra i migliori a disposizione.

Il portale Squawka ha analizzato cinque modi in cui potrebbe schierarsi il Manchester United al ritorno della stella svedese.

Questo sarebbe lo schieramento standard, quello utilizzato maggiormente ora che lo svedese è ancora ai box e che potrebbe essere mantenuto finchè Ibra non riprende una condizione fisica perfetta.

Con questo modulo lo United sta avendo molte soluzioni offensive e Mourinho potrebbe decidere di non cambiarlo e utilizzare Zlatan come back-up di Lukaku quando quest’ultimo non è al meglio, piuttosto che squalificato o infortunato.

Il modulo tattico è identico al precedente ma in questo caso Ibra prende il posto di Lukaku al centro dell’attacco. Potrebbe essere una soluzione per non rinunciare alla fantasia e all’imprevedibilità fornita dal trio alle spalle della prima punta, che potrebbe comprendere anche Lingard al posto di Mata in alcune occasioni.

Con questo schieramento, un tridente a tutti gli effetti, lo United sarebbe parecchio sbilanciato e uno tra Lukaku e Ibrahimovic (in questo caso il belga ma potrebbe toccare anche allo svedese) verrebbe relegato sull’esterno perdendo probabilmente parte della propria efficacia.




Andrebbe poi trovato un equilibrio in mezzo al campo in cui la presenza di Fellaini, in tal senso, sarebbe fondamentale.

In questa variante tattica lo United giocherebbe con due punte, Ibra e Lukaku, con alle spalle Fellaini a fungere da finto trequartista. Uno schieramento dotato di una fisicità veramente incredibile che potrebbe tornare utile per scardinare alcune difese molto ostiche della Premier.

Potremmo vedere, in qualche caso, lo United in campo con questi 4 giocatori offensivi contemporaneamente. Quando la partita si mette male e non c’è molto tempo a disposizione Mourinho ci ha già abituato in passato a mosse di questo tipo, buttando dentro tutti gli attaccanti a disposizione.

Ecco le cinque possibili varianti tattiche a cui potrà ricorrere lo Special One una volta che lo svedese sarà pronto per scendere in campo. Secondo voi per quale opterà?