Chi sarà il sostituto di Neymar al Barcellona? Chi sarà il sostituto di Neymar al Barcellona?
L’affare Neymar si è ormai concluso positivamente: il brasiliano vestirà la maglia del PSG, e nelle casse del Barcellona pioverà una cifra record, gli... Chi sarà il sostituto di Neymar al Barcellona?

L’affare Neymar si è ormai concluso positivamente: il brasiliano vestirà la maglia del PSG, e nelle casse del Barcellona pioverà una cifra record, gli ormai famosissimi 222 milioni di euro.

Ma, anche con una cifra simile a disposizione, sostituire uno come Neymar sarà molto difficile per il Barcellona: e da giorni, infatti, continuano a circolare nomi e ipotesi riguardo il nome del calciatore che dovrà andare a prendere il posto del brasiliano.

L’ostacolo economico, vista la disponibilità di denaro nelle casse blaugrana, è praticamente inesistente; e proprio per questo motivo, il Barcellona a quanto pare dovrà solamente scegliere un obiettivo su cui fiondarsi.

Naturalmente qualsiasi trattativa sarà complicata, anche e soprattutto perché tutti gli obiettivi degli spagnoli sono in squadre che non hanno certo bisogno di vendere a tutti i costi, e che vorranno spillare ai blaugrana quanti più soldi possibile.




Oggi vi presentiamo tutti i nomi che potrebbero sostituire Neymar al Barcellona. Per ognuno di questi, abbiamo scelto i principali motivi per cui sarebbe una buona scelta e quelli per cui non sarebbe invece la scelta giusta.

Ecco, allora, quelli che sono i 9 possibili sostituti di Neymar al Barcellona.

Paulo Dybala – 23 anni – Juventus

Perché sì: il nome dello juventino è uno dei più chiacchierati per il dopo-Neymar. L’argentino ha dalla sua l’età giovane, e ha il benestare del connazionale Leo Messi. E, nel gioco del Barcellona, potrebbe starci a meraviglia.

Perché no:  la Juventus potrebbe chiedere una cifra consistente per Dybala, cifra che forse i blaugrana non vorranno spendere. Inoltre, rispetto a Neymar, Dybala ha dimostrato meno capacità realizzative, il che potrebbe forse spingere il Barcellona a rivolgersi altrove.

Antoine Griezmann – 26 anni – Atletico Madrid

Perché sì: Griezmann conosce già il campionato spagnolo, e ha dimostrato di essere anche un buon realizzatore in questi anni (26 nella scorsa stagione). Potrebbe inserirsi a meraviglia nello scacchiere del Barcellona

Perché no: quest’estate il francese ha giurato fedeltà all’Atletico, e andare al Barcellona (come fece Arda Turan…) scatenerebbe una rivolta nell’ambiente Colchoneros. Inoltre, per questa sessione di mercato, l’unico modo per portarlo a casa sarebbe la clausola, totale circa 200 milioni: forse un po’ troppi…

Philippe Coutinho – 25 anni – Liverpool

Perché sì: il brasiliano è giovane, ed in forte ascesa. È ormai diventato un punto fermo del Liverpool, e il Barcellona potrebbe essere il trampolino di lancio definitivo per l’esplosione internazionale. Per caratteristiche tecniche, con Messi e Suarez andrebbe a formare un trio altrettanto pericoloso della ormai defunta MSN

Perché no: Klopp ha chiesto alla sua dirigenza di fare qualsiasi cosa per trattenere Coutinho. A quanto pare, il Liverpool non accetterebbe nemmeno 100 milioni per Coutinho, soprattutto ora che sa che il Barcellona ha soldi da spendere.

Kylian Mbappé  – 18 anni – Monaco

Perché sì: il giovanissimo francese del Monaco è uno degli uomini mercato di questa estate. Il Real Madrid lo sta corteggiando da tempo (e Mbappé adora Cristiano Ronaldo…) ma non andrà via dalla Francia se non per un’offerta di quelle stellari, quasi a livello Neymar. Ma il colpo Mbappé sarebbe da favola per il Barcellona, che si assicurerebbe un giovane che promette di diventare uno dei top 5 mondiale nei prossimi anni.

Perché no: a conti fatti, finora Mbappé ha giocato solo una stagione a grandissimi livelli, anzi, a essere precisi solo mezza stagione. Davvero un diciottenne che ha dimostrato così poco (per quanto il talento sia evidente e lampante) può valere un investimento del genere?

Ousmane Dembelè – 20 anni – Borussia Dortmund

Perché sì: il giovane francese del Borussia Dortmund può giocare in tutti i ruoli d’attacco, e con la sua velocità e la sua fisicità sarebbe una freccia importante all’arco di Valverde. Inoltre, vista la giovane età, potrebbe crescere ulteriormente nei prossimi anni.




Perché no: anche lui, nonostante la buona scorsa stagione, sarebbe una scommessa, non una garanzia. E, anche nel corso della stagione scorsa, la continuità non è stata il suo punto di forza.

Riyad Mahrez – 26 anni – Leicester

Perché sì: negli ultimi giorni è venuto fuori anche il nome dell’algerino del Leicester. Mahrez sarebbe un colpo low cost, utile più che altro per sistemare numericamente il buco lasciato da Neymar. E, rispetto agli altri nomi, potrebbe anche costare meno.

Perché no: come detto, non sarebbe il fit ideale nell’attacco del Barcellona, visto che Mahrez, più che nei 3 d’attacco, dà il meglio da esterno puro. E, inoltre, nella scorsa stagione non è stato ai livelli della trionfale stagione 2015-16 sotto l’egida di Ranieri.

Angel Di Maria – 29 anni – PSG

Perché sì: Di Maria è sponsorizzato niente meno che da Leo Messi, suo compagno di Nazionale e grandissimo amico. Nell’attacco del Barcellona ci starebbe comunque bene, e potrebbe immediatamente entrare in confidenza con Messi e Suarez. Inoltre, al PSG, con l’arrivo proprio di Neymar, avrebbe poco spazio.

Perché no: A 29 anni, Di Maria non sarebbe certo una scelta per il futuro, e costringerebbe i dirigenti del Barcellona a tornare sul mercato entro 2-3 anni. E, poi, siete così sicuri che il Barcellona voglia dare dei soldi al PSG?

Eden Hazard – 26 anni – Chelsea

Perché sì: Hazard è reduce da una grande stagione con il Chelsea, e a Barcellona potrebbe davvero esplodere. Potrebbe prendere tranquillamente il posto di Neymar a sinistra, dove si trova benissimo, e con la sua capacità di saltare l’uomo e creare superiorità numerica, sarebbe un candidato ideale per il ruolo libero.

Perché no: Antonio Conte non ha nessuna intenzione di lasciarlo partire. Inoltre, per lui la Spagna sarebbe un campionato nuovo, e dal momento che già in passato non ha dimostrato di avere una personalità dominante, potrebbe anche volerci più tempo del previsto per ambientarsi a Barcellona.

Alexis Sanchez – 28 anni – Arsenal

Perché sì: ormai il divorzio tra Sanchez e l’Arsenal sembra essere sempre più vicino, e Wenger si sta rassegnando a perdere il suo uomo più forte, intenzionato a voler giocare la Champions League. Sanchez ha già giocato a Barcellona tra il 2011 e il 2014, e potrebbe essere già pronto per i blaugrana.

Perché no: le minestre riscaldate non sono mai una bella cosa (avete visto cosa è successo l’ultima volta che ci avete riprovato con la vostra ex?) e a 28 anni Sanchez non è poi così giovane…

Related Posts