Chi è Takehiro Tomiyasu, il nuovo acquisto del Bologna Chi è Takehiro Tomiyasu, il nuovo acquisto del Bologna
Il Bologna dopo le pessime notizie arrivate sulla salute del proprio allenatore Sinisa Mihajlovic, tenta di guardare al futuro, andando a completare una rosa... Chi è Takehiro Tomiyasu, il nuovo acquisto del Bologna

Il Bologna dopo le pessime notizie arrivate sulla salute del proprio allenatore Sinisa Mihajlovic, tenta di guardare al futuro, andando a completare una rosa che nell’ultima parte dello scorso campionato aveva già fatto vedere qualcosa di interessante.

L’arrivo del nuovo Direttore Sportivo Walter Sabatini è da sempre sinonimo di colpi di mercato che riguardano prevalentemente giocatori giovani e di prospettiva. Gli emiliani, infatti, nei giorni passati hanno ufficializzato l’acquisto di Takehiro Tomiyasu, ventenne difensore centrale della Nazionale giapponese. 

Il Nipponico dopo le due stagioni trascorse in patria tra le fila del Avispa Fukoka, era arrivato in Belgio, al Sint-Truiden nel gennaio del 2018. Nella Jupiler Pro League belga ha giocato 38 partite segnando anche un gol. E’ stato titolare nelle tre partite che il Giappone ha disputato nell’ultima Copa America. Con la Nazionale del suo Paese vanta già 15 presenze e un gol. 

Le caratteristiche tecniche di Takehiro Tomiyasu

Tomiyasu è alto 188 cm per 84 kg. Dal punto di vista fisico risulta essere assolutamente ben strutturato anche se deve far i conti con una corporatura non estremamente robusta. Il giapponese è un difensore centrale, molto intelligente dal punto di vista tattico, perfetto in una difesa a 4, ma potrebbe dire la sua anche in una disposizione a 3. Oltre al ruolo di difensore centrale, all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di mediano. Ciò lascia intendere che ci troviamo davanti ad un giocatore che alle buone attitudini difensive, unisce anche quelle di regia. 

Totalmente ambidestro, potrebbe essere una carta importantissima nel caso in cui il Bologna decidesse di costruire la propria manovra partendo dal basso, vista l’abilità del giapponese nell’impostazione del gioco e nei passaggi. Basti pensare che nell’ultima stagione ha completato circa 41 passaggi a partita, con una precisione dell’87%. Gli piace anche molto cercare il lancio lungo, visto che l’anno scorso ne ha provati quasi 5 a partita (con una precisione del 52%). Per quanto riguarda le statistiche difensive, nella scorsa stagione Tomiyasu ha vinto il 63,1% dei duelli difensivi in cui si è cimentato.

Conviene prenderlo al Fantacalcio?

Sulla carta la coppia centrale difensiva titolare del Bologna dovrebbe essere quella composta da Danilo e Denswil, ma dopo un periodo di normale ambientamento ad un calcio diverso non è da escludere che Tomiyasu potrebbe scalare le gerarchie e ritagliarsi un posto da titolare. 

Quindi che fare con lui al Fantacalcio? Abbiamo già detto nei precedenti articoli che prendere un difensore di una piccola è sempre rischioso, a maggior ragione se ai nastri di partenza il giocatore in questione non è esattamente un titolare inamovibile. Il nostro consiglio è quello di puntarvi in un Fantacalcio piuttosto numeroso, tra i 8 e i 10 partecipanti. Nel caso diventasse titolare nel giro di poco tempo, potreste trovarvi in squadra, ad un prezzo relativamente basso, un giocatore che riceve pochi cartellini gialli e che non disdegna qualche sortita offensiva sui calci d’angolo a favore della propria squadra. 

Takehiro Tomyiasu per ciò che ha lasciato intravedere fino a questo momento è destinato ad un futuro luminoso, a livello di fantacalcio bisognerà avere solo la fortuna di prenderlo nell’annata giusta, noi non escludiamo che possa essere già questa la stagione della sua esplosione definitiva. 

a cura di Raffaello Lapadula
twitter: @RafLapo