Chi è Ruslan Malinovskyi, il nuovo acquisto dell’Atalanta Chi è Ruslan Malinovskyi, il nuovo acquisto dell’Atalanta
Dopo settimane di trattative, ieri sera l’Atalanta ha finalmente annunciato l’ingaggio di Ruslan Malinovskyi, centrocampista di 26 anni che arriverà a Bergamo dal Genk per... Chi è Ruslan Malinovskyi, il nuovo acquisto dell’Atalanta

Dopo settimane di trattative, ieri sera l’Atalanta ha finalmente annunciato l’ingaggio di Ruslan Malinovskyi, centrocampista di 26 anni che arriverà a Bergamo dal Genk per 14 milioni di euro.

Un investimento importante per la squadra di Gasperini, che potrà così contare su un calciatore che ha già accumulato esperienza internazionale ed è anche titolare nella nazionale ucraina di Shevchenko.

Andiamo allora a conoscere meglio Malinovskyi e le sue caratteristiche tecniche, per capire dove si collocherà nello scacchiere di Gasperini, e come sempre se vi converrà puntare su di lui per la vostra squadra del Fantacalcio.

Le caratteristiche di Ruslan Malinovskyi

Malinovskyi è cresciuto nelle giovanili dello Shakhtar Donetsk, senza però mai trovare grande spazio in prima squadra, e così è stato ceduto per diversi anni in prestito, per poter crescere meglio. Dopo un paio di prestiti in patria, tra cui uno allo Zorja, è arrivato in Belgio, per indossare la maglia del Genk.

A luglio 2017 i belgi hanno deciso di riscattarlo in maniera definitiva per due milioni di euro. Malinovskyi è una mezzala che predilige i compiti offensivi, ma che riesce a fare in maniera eccellente le due fasi, difesa e attacco. Può anche spostarsi e giocare qualche metro più avanti, da trequartista puro.

È dinamico (anche se non particolarmente veloce o scattante) e ha buone doti nella circolazione di palla. Una delle sue doti migliori, però, è il suo sinistro, che libera molto spesso per la conclusione dalla distanza, ma che usa anche per i calci piazzati e i rigori, che al Genk batteva di frequente.

A Bergamo potrà alternarsi tranquillamente con de Roon e Freuler, nella giostra del turnover di Gasperini, per un posto in mezzo al campo, dove ha tutte le caratteristiche per adattarsi al gioco dei bergamaschi, essendo molto versatile e capace di partecipare a una manovra d’orchestra come quella dell’Atalanta. In più, la sua esperienza europea potrà essere molto utile ad un gruppo che si affaccia per la prima volta in Champions League.

I numeri di Malinovskyi

Nella scorsa stagione, il centrocampista ucraino ha messo a segno un totale di 16 gol e 15 assist, in 50 partite tra campionato, Europa League e qualificazioni all’Europa League. Cinque di questi gol sono arrivati su calcio di rigore.

In particolare, a Malinovskyi piace parecchio tentare la conclusione: nel 2018/19 ha tirato 3.21 volte a partita, centrando lo specchio della porta nel 34,4% dei casi. Per quanto riguarda la fase di impostazione, ha tentato 61.8 passaggi a partita, con una precisione dell’84,5%, mentre ha avuto il 59% di precisione per quanto riguarda i lanci lunghi.

Altri numeri interessanti: 68,8% di dribbling riusciti, 1.79 passaggi per il tiro a partita.

Conviene prenderlo al Fantacalcio?

Partiamo da un presupposto: Malinovskyi dovrà prima conquistarsi la fiducia di Gasperini, che non è mai cosa scontata. Basti pensare all’esperienza di Emiliano Rigoni nella scorsa stagione, oppure a quanto successo a Riccardo Orsolini, tanto per citare due giocatori sui quali avremmo puntato a occhi chiusi, ma che si sono scontrati con l’ostracismo del tecnico di Grugliasco.

Detto questo, se Malinovskyi dovesse entrare nelle rotazioni dell’Atalanta con continuità, sarebbe assolutamente un colpo interessante al Fantacalcio, soprattutto per quei numeri che abbiamo visto in precedenza. Un centrocampista con un buon apporto di gol e assist può infatti essere decisamente prezioso nel nostro amato giochino. In più tira anche punizioni e rigori, anche se avrà molta concorrenza da battere. Ovviamente, poi ci sarà da fare i conti con il turnover e le formazioni sempre mutevoli dell’Atalanta, ma è un rischio che saremmo disposti a correre…