Chi è Jonathan Silva, l’ultimo acquisto della Roma Chi è Jonathan Silva, l’ultimo acquisto della Roma
Prosegue, anche nell’ultimo giorno di mercato, il movimento in casa Roma: l’affare Dzeko sembra ormai definitivamente tramontato, mentre Emerson Palmieri è stato presentato oggi... Chi è Jonathan Silva, l’ultimo acquisto della Roma

Prosegue, anche nell’ultimo giorno di mercato, il movimento in casa Roma: l’affare Dzeko sembra ormai definitivamente tramontato, mentre Emerson Palmieri è stato presentato oggi dal Chelsea.

Nel frattempo Monchi ha portato in giallorosso anche un rinforzo, proprio per ovviare alla partenza di Emerson.

Incassati i 20 milioni (+ 9 di bonus) dal Chelsea, il ds della Roma si è buttato su Jonathan Silva, 23enne terzino sinistro argentino – di passaporto italiano – che arriva dallo Sporting Lisbona.

Il costo dell’operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 6 milioni di euro.

Ma chi è Jonathan Silva? Piede mancino, grande velocità e buona tecnica, fisicamente non molto dotato – 174 centimetri e una corporatura non proprio robusta – è reduce da uno stop di qualche mese: a inizio novembre ha infatti subito una lesione al legamento interno del ginocchio destro.

Qualche anno fa, quando lo Sporting lo ha portato in Europa prelevandolo dall’Estudiantes (nel 2014) Jonathan Silva sembrava essere una promessa del calcio mondiale, e su di lui i portoghesi misero addirittura una clausola da 45 milioni di euro. 

Era, all’epoca, anche uno dei cosiddetti “wonderkid” di Football Manager. (Qui, se volete, potete vedere che fine abbiano fatto alcuni di loro…)

In Europa, però, non ha mai convinto a pieno, tanto che per un periodo è stato anche rimandato in Argentina, al Boca.

Ora, alla Roma, cosa potrà dare? E conviene prenderlo al Fantacalcio? Innanzitutto, va detto che partirà come riserva di Kolarov, per cui, nel caso in cui abbiate il serbo, potreste valutarlo come alternativa. Non potendo giocare in Champions League, Di Francesco potrebbe mandare in campo Jonathan Silva in campionato proprio per far rifiatare Kolarov in vista delle sfide europee.

Non aspettatevi tanti gol – anche se ha un buon tiro dalla distanza – più probabile che eventualmente arrivi qualche assist, attenzione al temperamento, visto che ha dimostrato di avere il cartellino facile e, al Boca, è stato anche protagonista di una rissa in allenamento con un compagno di squadra.