Chi è Andreas Skov Olsen, il nuovo acquisto del Bologna Chi è Andreas Skov Olsen, il nuovo acquisto del Bologna
Dopo un periodo di indecisione, degno del miglior Cassano, Andreas Skov Olsen è finalmente un giocatore del Bologna. Secondo il direttore sportivo del Nordsjælland... Chi è Andreas Skov Olsen, il nuovo acquisto del Bologna

Dopo un periodo di indecisione, degno del miglior Cassano, Andreas Skov Olsen è finalmente un giocatore del Bologna.

Secondo il direttore sportivo del Nordsjælland erano ben 20 i club interessati al 19enne e la sua priorità sembrava essere in un primo momento la Real Sociedad.

Bologna che si rivela ancora una volta molto attento al mercato Nordico, questo infatti è il sesto giocatore del Nord Europa in 5 anni a raggiungere il club rossoblù.

Adesso basta premesse ed andiamo a conoscere il nuovo talento che andrà ad arricchire la Serie A.

Il percorso di crescita

Nato ad Hillerød, viene notato a 11 anni in occasione di un torneo a Copenhagen e subito integrato al settore giovanile del Nordsjælland. Tecnicamente molto valido, il suo percorso dal punto di vista fisico sarà tutt’altro che semplice. A 13 anni, a causa di forti dolori, è costretto a fermarsi. Ci vorranno 2 anni, tra operazioni e fisioterapia per risolvere i problemi all’anca. Molti avrebbero mollato ma per Andreas esiste solo il calcio. Farà prova oltre che di grande talento, di una determinazione fuori dal comune. Ormai 17enne raggiunge l’U19 del club, sarà un successo. Le statistiche parlano chiaro, 15 gol in 14 partite. Viene promosso nella squadra riserve e la tendenza non cambia, 3 gol e 2 assist in 5 partite.

Gli sarà concessa in quella stessa stagione la possibilità di esordire e giocare qualche spezzone in Superligaen. Ormai al club ne sono sicuri, il ragazzo è pronto per la prima squadra.

L’incredibile prima stagione tra i professionisti

Dopo i numeri impressionanti fatti registrare con le giovanili, è il momento di dimostrare il proprio valore in prima squadra.
Andreas adesso ha 18 anni, misura 187 cm e continua senza sosta ad allenarsi nel tentativo di aumentare velocità e potenza fisica.
Esordio stagionale, va subito in gol nella vittoria per 0-1 contro il Cliftonville in Europa League. In campionato, per il primo gol, dovremo aspettare invece la seconda giornata. Si ripeterà anche nella terza. Il ragazzino impressiona per talento e decisione, la pressione sembra non pesare sulle sue spalle, è già decisivo.

Per voler citare tutti i successi legati a questa prima stagione tra i professionisti, sarà stato decisivo nell’eliminazione di Cliftonville ed AIK Solna in Europa League. Diventerà presenza fissa della Nazionale U21 danese e metterà a segno qualcosa come 22 gol in campionato, finendo secondo nella classifica marcatori dietro Robert Skov e con lo stesso numero di gol di una leggenda del campionato danese come Dame N’Doye.

Questo numero impressionante di gol, soprattutto se pensiamo che il ragazzo gioca come ala destra, gli vale anche il record detenuto precedentemente da Peter Møller, cioè quello di teenager più prolifico della storia del campionato danese.

A dare ancora più peso a questi numeri, ci pensa il fatto che siano stati ottenuti al Nordsjælland. Il club non attraversa un momento semplicissimo soprattutto dal punto di vista societario. Senza lo straordinario e forse inatteso apporto di Skov Olsen sia dal punto di vista realizzativo che come vero e proprio leader tecnico, la stagione avrebbe preso molto probabilmente una piega pericolosa.

Caratteristiche tecnico-tattiche

19 anni e 187 cm come detto precedentemente, il suo ruolo naturale è quello di ala destra. In caso di estrema necessità si può adattare a sinistra o al centro dell’attacco, limitando però sensibilmente l’efficacia del suo gioco. Ambidestro, ha realizzato diversi gol ed assist con il piede destro ma il fantastico mancino è assolutamente uno dei suoi punti di forza. Paragonato spesso a Robben, per il modo di giocare, il ragazzo non ha mai fatto mistero di ispirare il suo gioco a quello dell’ala olandese. Rapido, ottima capacità di sterzata, la sua caratteristica principale è proprio quella di dribblare nello stretto, accentrarsi e far partire un sinistro potente o a giro, proprio come il campione olandese. Giocatore molto divertente, capace di splendide giocate, praticamente mai fini a se stesse.

Se vogliamo trovare degli aspetti negativi, bisognerà ovviamente vedere il suo approccio ad un campionato rigido tatticamente come la Serie A, in Danimarca godeva di molta libertà. Fisicamente ha bisogno di aumentare la massa muscolare, non è ancora abbastanza potente per l’altissimo livello. Spesso predilige la soluzione personale a quella collettiva, anche quando quest’ultima sarebbe molto più semplice. Sembrano comunque tutti problemi legati alla giovane età ed appunto all’inesperienza.

In definitiva il Bologna si assicura uno dei talenti più puri ed interessanti dell’intero panorama Nordico. Considerato il prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 6 milioni di euro, ci si può solo complimentare con la dirigenza felsinea per aver portato in Italia, Andreas Skov Olsen.

A cura di Il calcio Nordico – Bjarnason figlio di Odino

Related Posts

Da sabato fino al 6 ottobre ci sarà parecchio da divertirsi

2019-09-12 09:19:31
delinquentidelpallone

18

Claudio Ranieri potrebbe tornare sulla panchina di una nazionale

2019-09-10 15:14:33
delinquentidelpallone

18

Quest’anno a Perugia c’è parecchio entusiasmo

2019-09-09 08:51:08
delinquentidelpallone

18

Adesso la Germania rischia grosso

2019-09-09 07:41:50
delinquentidelpallone

18

Chi rimane fuori dalla lista Champions della Juventus?

2019-09-03 09:03:58
delinquentidelpallone

18

Chi è Guilherme Arana, il nuovo acquisto dell’Atalanta

2019-08-29 13:45:40
delinquentidelpallone

18

In Serie B austriaca si divertono parecchio

2019-08-27 09:50:51
delinquentidelpallone

18

Avellino-Catania ha regalato parecchie emozioni

2019-08-25 16:59:11
delinquentidelpallone

18