Non c’è pace per il calcio europeo, in questa settimana. Martedì sera, prima del match dei quarti di finale di Champions League tra Borussia...

Non c’è pace per il calcio europeo, in questa settimana.

Martedì sera, prima del match dei quarti di finale di Champions League tra Borussia Dortmund e Monaco, una serie di ordigni sono esplosi accanto al bus dei tedeschi, causando il ferimento di Bartra e il rinvio al giorno dopo della gara (con non poche polemiche da parte dell’allenatore del BVB Tuchel).

Oggi, con i quarti di finale di Europa League in partenza, ancora disordini a turbare il regolare svolgimento delle gare.

Il fischio di inizio di Olympique Lione-Besiktas, infatti, è stato ritardato (e al momento in cui scriviamo non è ancora cominciata la partita) a causa di incidenti sugli spalti.

A Lione sono arrivati tra i 15.000 e i 20.000 tifosi del Besiktas (anche se molti sono residenti proprio in Francia) e la situazione non è esattamente sotto controllo.

Poco prima dell’inizio del match, infatti, i tifosi turchi hanno lanciato petardi e altri oggetti contundenti verso i tifosi del Lione, dal secondo anello verso il primo. I tifosi di casa non hanno potuto fare altro che riversarsi in campo, spaventatissimi.

La polizia ha faticato non poco per calmare gli animi e riportare i tifosi del Lione al loro posto, e per calmare gli animi dei turchi.

Sperando che sia finita qui…