Che fine hanno fatto tutte le stelle protagoniste dello spot Nike “The Secret Tournament” del 2002? Che fine hanno fatto tutte le stelle protagoniste dello spot Nike “The Secret Tournament” del 2002?
Sicuramente molti di voi, almeno quelli di una certa età, si ricorderanno il bellissimo spot della Nike intitolato “The Secret Tournament“, conosciuto in Italia come... Che fine hanno fatto tutte le stelle protagoniste dello spot Nike “The Secret Tournament” del 2002?

Sicuramente molti di voi, almeno quelli di una certa età, si ricorderanno il bellissimo spot della Nike intitolato “The Secret Tournament“, conosciuto in Italia come “La Gabbia“, uscito nell’ormai lontano 2002 in vista dei Mondiali di Corea e Giappone, con protagoniste 24 stelle del calcio mondiale.

Per chi non lo avesse mai visto, o non se lo ricordasse, vi rispolveriamo la memoria.

Su una nave al largo 8 squadre da 3 giocatori ciascuna si sfidano all’interno di una gabbia. Cantona arbitra e mette subito in chiaro l’unica regola: “il primo che segna vince”. La colonna sonora è “A Little Less Conversation“, canzone di Elvis Presley rimixata per l’occasione da Junkie XL e diventata vero e proprio tormentone dell’estate.

Ora vogliamo un po’ testare la vostra memoria chiedendovi: vi ricordate tutte le 24 stelle presenti nello spot? E soprattutto: che fine hanno fatto?

Cominciamo col dirvi che solo 2 di queste 24 sono ancora in attività, tutti gli altri si sono ritirati

Con il recente annuncio del ritiro di Ronaldinho, sono rimasti in attività solamente Totti e Rosicky. Ma andiamo a vedere più nel dettaglio da chi erano composte le 8 squadre e che fine hanno fatto i vari campioni.

Triple Espresso

 

Questa squadra era composta da Henry, Totti e Nakata. Di Totti già sapete, non c’è bisogno di dilungarsi più di tanto. Henry, dopo aver appeso le scarpette al chiodo, è diventato opinionista televisivo per Sky Sports e attualmente svolge l’incarico di assistente allenatore della nazionale belga.
Nakata invece si è ritirato a soli 29 anni dal calcio giocato, diventato a suo dire solo business e privo di interesse.


The Onetouchables

Di questa squadra facevano parte Vieira, Van Nistelrooy e Scholes. Il primo, dopo essere stato uno dei migliori centrocampisti della sua epoca, ha fatto l’assistente allenatore del City dal 2013 al 2015 e attualmente allena i New York City FC in MLS. L’attaccante olandese ha giocato fino al 2012, l’ultimo anno nel Malaga, per poi intraprendere la carriera da allenatore (attualmente allena le giovanili del PSV).
Scholes, dopo una carriera allo United, è diventato opinionista per BT Sport.

Toros Locos

Il terzetto era composto da Ljungberg, Saviola e Luis Enrique. L’istrionico giocatore con la cresta, ex Arsenal, dopo essersi ritirato è tornato a giocare per un brevissimo periodo al Mumbai City per poi dedicarsi alla carriera da allenatore (da gennaio scorso guida la rappresentativa under15 dell’Arsenal).

El Conejo Saviola ha giocato l’ultima stagione nel River Plate lo scorso anno per poi diventare assistente allenatore nell’FC Ordino, squadra di Andorra. Luis Enrique dopo aver smesso di giocare ha allenato prima il Barcellona B, poi Roma e Celta Vigo per poi fare ritorno alla casa madre, questa volta nella prima squadra. A fine stagione ha annunciato che terminerà l’incarico.

Cerberus

Anche qua il nome della squadra composta da Davids, Thuram e Wiltord era tutto un programma. Il Pitbull Davids è stato per un breve periodo di tempo allenatore/giocatore del Barnet, squadra delle serie minori inglesi, per poi concludere la sua esperienza nel mondo del calcio.
Thuram dopo aver lasciato il mondo del calcio ha intrapreso la carriera politica in Francia. Wiltord si è ritirato ufficialmente nel 2012, dopo aver giocato l’ultima stagione nel Nantes, ma ha recentemente dichiarato di voler tornare a giocare all’età di 41 anni suonati.

Os Tornados

Squadra composta da Luis Figo, Roberto Carlos e dal Fenomeno Ronaldo. L’ex ala portoghese ha intrapreso prima la carriera da dirigente, nell’Inter, e poi ha deciso di concorrere nel 2015 per l’elezione presidenziale della Fifa, salvo poi ritirare la propria candidatura. Roberto Carlos dopo il ritiro ha intrapreso il percorso di allenatore, arrivando a guidare Anzhi Makhachkala, Sivasspor, Akhisar Belediyespor e Delhi Dynamos. Ronaldo dopo il ritiro ha svolto principalmente il ruolo di ambasciatore in programmi di sviluppo organizzati dalle Nazioni Unite.

Funk Seoul Brothers

 

Trio composto da Denilson, Ronaldinho e Seol Ki-Hyeon.
Denilson si è ritirato nel 2010 e da quel momento non è più legato al mondo del calcio. Ronaldinho, dopo aver annunciato il ritiro a Settembre, è stato annunciato dal Barcellona come proprio ambasciatore nel mondo.
Seol Ki-Hyeon è indubbiamente il giocatore meno conosciuto, quello che ha avuto la carriera meno luminosa. Individuato come possibile stella sud coreana nel 2002, dopo il ritiro ha allenato il Sungkyunkwan nel 2015.

Tutto Bene

Nome della squadra chiaramente ispirato dal giocatore più rappresentativo: Fabio Cannavaro. Accanto a Fabio ci sono Rosicky e Rio Ferdinand.
Cannavaro dopo essersi ritirato dal calcio giocato ha intrapreso la carriera da allenatore, prima da assistente nell’Al-Ahli e poi da capo allenatore, attualmente allena la squadra cinese del Tianjin Quanjian.

Rosicky, come detto, gioca ancora nello Sparta Praga e nella Nazionale della Repubblica Ceca, della quale è capitano.
Rio Ferdinand, proprio come l’ex compagno di squadra Scholes, lavora come opinionista a BT Sport.

Equipo del Fuego

Claudio Lopez, Gaizka Mendieta ed Hernan Crespo, tre ex laziali per la Squadra del fuoco. El Piojo Lopez si è ritirato nel 2010, dopo la sua ultima avventura nei Colorado Rapids. Mendieta dopo aver appeso le scarpette al chiodo si è dedicato alla carriera musicale, lavorando come Dj e attualmente vive a Middlesbrough in Inghilterra, dove fa l’opinionista di Sky Sports.
Crespo ha allenato il Modena nella stagione 2015 salvo poi essere esonerato, e attualmente è alla ricerca di un nuovo incarico.

Bene, ora che sapete chi erano e che fine hanno fatto tutti e 24 i giocatori presenti nello spot Nike vi starete chiedendo: chi ha vinto?

La squadra di Henry, Totti e Nakata si aggiudica quindi il torneo battendo in finale Figo, Carlos e Ronaldo. Uno degli spot calcistici più belli di tutti i tempi, doveroso rispolverarlo.