Cesc Fabregas è sparito Cesc Fabregas è sparito
Tre partite, per un totale di quarantotto minuti in campo. Questo, fino ad ora, il bilancio di Cesc Fabregas in Premier League quest’anno, con... Cesc Fabregas è sparito

Tre partite, per un totale di quarantotto minuti in campo.

Questo, fino ad ora, il bilancio di Cesc Fabregas in Premier League quest’anno, con un terzo di stagione già andato in archivio e le gerarchie della squadra di Sarri che sembrano ormai essersi consolidate.

Il centrocampista spagnolo ha trovato più spazio in Europa League, dove ha giocato due partite intere più uno scampolo di un’altra, per un totale di 205 minuti in campo: ma visto il girone molto semplice e il turnover utilizzato nella competizione continentale, c’è poco da stare allegri.

Insomma, Cesc Fabregas sembra essere sparito dal campo, e al Chelsea c’è sempre meno spazio per lui, che pure fino a qualche anno fa era uno dei centrocampisti più ambiti d’Europa e ancora oggi, a 31 anni, nessuno se la sentirebbe di mettere in discussioni le sue doti tecniche e il suo talento.

Ma è innegabile che Fabregas sia scivolato in fondo alle gerarchie di Sarri a centrocampo: Jorginho, Kanté, Barkley, Kovacic e Loftus-Cheek stanno tutti trovando spazio e si stanno conquistando la fiducia dell’allenatore, tutti tranne Fabregas.

Meno di lui, in campionato, hanno giocato solo Moses, Cahill e Zappacosta. Insomma, se Cesc non è sparito, poco ci manca.

I motivi dietro questa situazione sono tanti, alcuni forse inevitabili. Fabregas è un giocatore splendido, con una visione di gioco e una tecnica individuale degna di quella scuola spagnola che nell’ultimo decennio ha vinto tutto. Ma, forse, tutto questo oggi non basta, e di sicuro non bastano più in Premier League e nel sistema di Sarri.

Le sue carenze a livello fisico, la sua scarsa potenza lo rendono poco appetibile, in un calcio che recentemente sembra premiare sempre di più i centrocampisti dinamici e muscolari: in un calcio come quello di oggi, il genio di Fabregas, da solo, sembra non bastare più.

Maurizio Sarri ha fatto le sue scelte, il Chelsea, tutto sommato, sta trovando una sua identità ben precisa, e le voci di mercato si fanno sempre più insistenti, con Fabregas che sembra destinato a volare altrove, lontano da Londra e dall’Inghilterra, o forse verso un romantico ritorno a casa, all’Arsenal, da Emery, un allenatore che preferisce giocare a ritmi meno indiavolati.

Perché giocatori come Fabregas, probabilmente, non sono destinati a tramontare: hanno solo bisogno della giusta casa per il loro talento.

Valerio Nicastro
twitter: @valerionicastro

Related Posts

Il regalo che la Roma farà a Francesco Totti questa sera

2018-11-27 11:06:40
delinquentidelpallone

18

Francesco Acerbi, l’indistruttibile

2018-05-23 08:38:40
delinquentidelpallone

18

Yaya Tourè é sparito nel nulla

2018-03-21 11:24:00
delinquentidelpallone

18

Come sarà la Roma di Eusebio di Francesco?

2017-07-11 10:25:40
delinquentidelpallone

18

Il conto astronomico della cena di Messi, Suarez e Fabregas

2017-06-18 08:44:57
delinquentidelpallone

18

Il saluto dei campioni del calcio a Francesco Totti

2017-05-28 19:11:39
delinquentidelpallone

18