Deve esserci qualcosa di particolare nel rapporto tra il Cagliari e le squadre della Corsica: ricorderete tutti la famosa amichevole del 2010 tra i...

Deve esserci qualcosa di particolare nel rapporto tra il Cagliari e le squadre della Corsica: ricorderete tutti la famosa amichevole del 2010 tra i rossoblu e il Bastia finita in rissa e polemica. Ebbene, ieri il fattaccio si è ripetuto.

Si giocava ad Olbia l’incontro amichevole tra il Cagliari padrone di casa e un’altra compagine della Corsica, il Gazelec Ajaccio, squadra militante nella Ligue 1 francese. E la partita, come il più famoso precedente, non è stata portata a conclusione per via di un parapiglia scatenatosi in campo quando mancavano 9 minuti alla fine del match.

Un intervento scomposto ha scatenato un capannello che rischiava di degenerare in qualcosa di più, con i pugni che erano già pronti ad essere agitati. Il direttore di gara Pairetto ha pensato bene di sedare sul nascere la situazione pericolosa e fischiare anticipatamente la fine del match, mandando tutti sotto la doccia a placare i bollenti spiriti. Anche sugli spalti la situazione rischiava di scaldarsi ma è rientrato tutto immediatamente alla normalità. Quando l’incontro è stato sospeso, il punteggio era di 1-1. Insomma, ogni volta che Sardegna e Corsica si incontrano su un campo di calcio, di amichevole non c’è proprio un bel niente.