Il mercato rossonero è stato sicuramente uno tra i migliori, se non addirittura il migliore, in Europa e tutto lascia intendere che non sia...

Il mercato rossonero è stato sicuramente uno tra i migliori, se non addirittura il migliore, in Europa e tutto lascia intendere che non sia ancora terminato.

Fassone e Mirabelli stanno cercando di chiudere per un attaccante di livello assoluto: i nomi principali che circolano, oltre a Kalinic, sono quelli di Aubameyang e Belotti, entrambi molto difficili da comprare per via del costo elevatissimo.

In ogni caso la campagna acquisti rossonera ha già regalato botti a profusione: gli ultimi due, in ordine di tempo, sono stati Bonucci e Biglia, due giocatori da cui il Milan si aspetta tantissimo e che dovrebbero far fare un salto di qualità non indifferente.

Per questi due giocatori è sorto però un piccolo problema, di natura logistica e temporale, che non ha permesso loro di essere inseriti nella lista Uefa, motivo per cui probabilmente saranno costretti a saltare il preliminare contro il Csu Craiova (ricordiamo che l’andata si giocherà in Romania il 27 Luglio mentre il ritorno, a Milano, sarà il 3 Agosto).

Il Milan ha subito precisato che il contrattempo è solo legato a motivi di natura tempistica, con questo breve comunicato alla stampa: “Abbiamo consegnato le liste per la Uefa. Non troverete Biglia e Bonucci, acquisti che abbiamo completato sabato. Nessuno pensi che ci sono problemi di altra natura, sono solo problemi tecnici di ritardi e tempi legati alla nostra trasferta e alla velocità con cui si sono chiuse queste operazioni. Saranno risolti al nostro rientro in Italia“.

L’intoppo deriverebbe da una norma federale che prevede, nonostante l’acquisto da parte del club sia già depositato in Lega, garanzie economiche che il Milan non avrebbe fatto in tempo a consegnare, visto il poco tempo intercorso tra l’acquisto dei giocatori e la deadline prevista per la consegna della lista.

Nonostante ciò esiste una remota possibilità che uno dei due possa essere inserito in extremis in quanto il regolamento dell’Europa League permette ai club di aggiungere un giocatore, soltanto uno, entro le 24 di mercoledì, ovviamente a patto di fornire le garanzie economiche di cui sopra.

Vedremo se il Milan, ampiamente superiore sulla carta, giocherà senza i due nuovi acquisti o se proverà ad inserirne uno a fil di sirena.