Domani, a Borisov, si dovrebbe giocare Bielorussia-Lussemburgo. Si dovrebbe, appunto, perchè praticamente tutta la squadra lussemburghese è ko, o quasi. Il motivo? Un ragù...

Domani, a Borisov, si dovrebbe giocare Bielorussia-Lussemburgo. Si dovrebbe, appunto, perchè praticamente tutta la squadra lussemburghese è ko, o quasi. Il motivo? Un ragù indigesto mangiato nei giorni scorsi da tutti i componenti della spedizione. A farne le spese sono stati ben 17 giocatori, vittime di un’intossicazione alimentare, più il commissario tecnico Luc Holtz, anche lui colpito dal ragù maledetto. 

Risultato? Tutti a fare la spola tra il letto e i servizi igienici, con la squadra che non si può allenare e, ovviamente, è a rischio anche la disputa della gara per cui i ragazzi si sono recati in Bielorussia.

Solamente in 3 si sono salvati, guardacaso i tre che avevano deciso di non mettere il ragù sugli spaghetti. E adesso come si fa? Domani si dovrebbe giocare la partita valida per il gruppo C delle qualificazioni a Euro 2016, gruppo nel quale il Lussemburgo ha anche raccolto 4 punti, ma la federazione del Lussemburgo ha chiesto il rinvio. D’altronde con tutta la squadra ko è difficile provare a giocare la partita. Entro domani è attesa la decisione della Uefa. In ogni caso, il nostro commento polemico da bravi italiani è abbastanza scontato: se vai fino in Bielorussia per mangiarti gli spaghetti con il ragù, un po’ te la meriti.