Mehdi Benatia ha segnato all’esordio del Bayern Monaco in Bundesliga, ma non ha proposto la tradizionale smitragliata per festeggiare il gol, come era solito...

Mehdi Benatia ha segnato all’esordio del Bayern Monaco in Bundesliga, ma non ha proposto la tradizionale smitragliata per festeggiare il gol, come era solito fare sia ai tempi della Roma (dove ricordava Gabriel Batistuta) sia lo scorso anno con la maglia dei bavaresi. Il motivo? Pare che a Monaco non siano particolarmente contenti di questa esultanza, giudicata troppo violenta e inneggiante alle armi.

In un’intervista alla Münchner Merkur riportata oggi dalla Gazzetta dello Sport, il difensore marocchino ha spiegato tutto: “Esultai così e in società mi hanno chiesto di evitare“. Il malcontento dei dirigenti bavaresi era evidente, e quindi è stato immediatamente chiesto a Benatia di evitare di riproporre la sua tipica esultanza, che, a dire il vero, a noi non sembra né offensiva né inneggiante alle armi, ma solo uno dei tanti modi di festeggiare una segnatura che impazzano nel calcio moderno…

Benatia, abbastanza amareggiato, conclude comunque così la sua intervista: “Vorrei fosse chiaro che il mio non era un messaggio politico o militare. Con quell’esultanza volevo solo dire “segno un sacco di gol, bumbumbum”. Non volevo sembrare aggressivo o ferire la sensibilità di qualcuno. Ma non ho problemi ad evitare di esultare così”.