Balotelli e il “bonus-sputo” Balotelli e il “bonus-sputo”
In questi giorni stanno tenendo banco le rivelazioni che dovrebbero emergere, da qui a qualche giorno, nell’ambito del famoso Football Leaks, rivelazioni che, secondo... Balotelli e il “bonus-sputo”

In questi giorni stanno tenendo banco le rivelazioni che dovrebbero emergere, da qui a qualche giorno, nell’ambito del famoso Football Leaks, rivelazioni che, secondo molti, potrebbero riguardare diversi protagonisti del mondo del calcio e portare anche diversi e clamorosi sconvolgimenti.

Il grosso delle inchieste e dei dati dovrebbe riguardare, più che altro, le evasioni fiscali legate ad alcuni grandi campioni. Ma, negli hard disk in possesso dei giornalisti, stanno emergendo anche altri dettagli e cose piuttosto curiose. Come questa cosa che riguarda il contratto firmato da Mario Balotelli con il Liverpool nel 2014, e che conteneva una clausola abbastanza particolare, resa nota oggi.

Brendan Rodgers aveva infatti chiesto di inserire delle clausole che invogliassero SuperMario a comportarsi bene e ad evitare eccessi, come riporta questa clausola:

Se durante la stagione oggetto del contratto il giocatore non viene espulso in tre o più occasioni per condotta violenta o per aver sputato a un avversario o a qualsiasi altra persona, o per aver utilizzato un linguaggio offensivo, parolacce o comunque un linguaggio volgare e/o gesti e/o atti o parole di dissenso, il 30 giugno, al termine di ogni stagione, riceverà un bonus di 1 milione di sterline.

Insomma, un bonus molto particolare per evitare comportamenti socialmente pericolosi. Ecco, diciamo che di occasioni per mettersi in pericolo, in campo, Marione non ne ha avute poi molte…