Anche in Spagna non hanno preso benissimo il rigore dato all’Inghilterra Anche in Spagna non hanno preso benissimo il rigore dato all’Inghilterra
Non si placano le polemiche, in tutta l’Europa che non sia Inghilterra, per il rigore concesso ieri sera all’Inghilterra, risultato decisivo per il passaggio... Anche in Spagna non hanno preso benissimo il rigore dato all’Inghilterra

Non si placano le polemiche, in tutta l’Europa che non sia Inghilterra, per il rigore concesso ieri sera all’Inghilterra, risultato decisivo per il passaggio in finale della squadra di Gareth Southgate.

Come evidenziato dai tanti replay mandati in onda, infatti, l’intervento di Jensen (o di Maehle, a questo punto certezze non ce ne sono) non sembrava sufficiente a mandare per terra Raheem Sterling e a concedere un rigore all’Inghilterra.

Dubbi che il direttore di gara, l’olandese Makkelie, non ha avuto, concedendo il rigore che è stato poi confermato dal VAR (ma va detto che in genere in Europa, su questi casi, è davvero difficile rivedere la decisione se al replay viene evidenziato un contatto anche minimo, che diventa di competenza dell’arbitro in campo).

In Danimarca hanno protestato ovvimente parecchio per quel calcio di rigore, così come hanno fatto parecchi altri tifosi neutrali, convinti della simulazione di Sterling o quantomeno di un contatto parecchio accentuato dal giocatore del Manchester City.

Pure in Spagna, per esempio, hanno criticato in maniera piuttosto dura il fischio di Makkelie. Marca, oggi, parla infatti di “piscinazo“, termine che non ha bisogno di troppe traduzioni, e poi commenta così l’episodio: “Sarebbe bene che il calcio inglese smettesse di dare lezioni al calcio europeo sulle simulazioni. Si riempiono sempre la bocca di parole di disapprovazione nei confronti dei giocatori del resto d’Europa che tentano di ingannare l’arbitro accentuando i contatti. Per i puristi del calcio inglese, questo non si fa. Tranne che in una semifinale di un Europeo, chiaro“.

Parole piuttosto dure, che ci fanno capire che forse domenica sera l’Italia avrà qualche tifoso in più anche tra i propri vicini…